dente  
 
Utente 336XXX
Buonasera.

Circa un mese e mezzo fà ho effettuato presso una clinica adeguata l'estrazione di un dente del giudizio e dopo 10 giorni circa il dentista ha rimosso i punti di sutura applicati subito dopo l'estrazione.
E' da un pò però, più o meno un mesetto scarso che, nella zona dove prima si trovava il dente del giudizio, si è formato uno spazio "vuoto" molto stretto e all'angolo in basso dell'ultimo dente... Mi spiego meglio:
Dopo l'estrazione, nei pressi del dente più vicino al dente del giudizio che mi è stato tolto, si è formata una zona vuota(non mi fa male) che emana cattivo odore.
In tale zona, come ho già detto, c'è cattivo odore(che non è fisso, ma compare maggiormente quando mi capita di non toccare troppo con la lingua per tanto tempo) e lo spazio vuoto che si è formato, ripeto, molto stretto, spesso si riempie dopo i pasti di residui alimentari che purtroppo sono costretto a rimuovere manualmente con molta calma e precisione senza fare forza con uno stuzzicadenti, facendo attenzione a non toccare le gengive.
Ho fatto qualche ricerca su internet ma con pareri contrastanti, e dato che per questioni serie come queste non posso affidarmi ad un pc, ho deciso che chiederò al mio dentista non appena possibile, tuttavia studio fuori e fino a metà giugno(almeno) non potrò essere visitato.
Nell'attesa, in base alla vostra esperienza, sapreste suggerirmi un eventuale motivo di tale problema? So bene che senza una visita non posso avere una diagnosi precisa, ma vorrei sapere a cosa vado incontro. Cosa potrebbe essere? e soprattutto, è normale?

Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012

Il dente del giudizio in disodontiasi può, in alcuni casi, essere posto a stretto contatto con la radice del settimo.

In questo caso l'estrazione potrebbe aver comportato un deficit di tessuto osseo necessario alla corretta guarigione gengivale creando una tasca parodontale.

Questa ipotesi va ovviamente valutata clinicamente, indispensabile la visita dal dentista.



[#2] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
Gentile Dr. Paolo De Carli, la ringrazio per la risposta.

La prima cosa che farò non appena sarà possibile sarà parlarne col dentista per valutare il da farsi, ma se fosse così come lei ha dedotto, come si dovrebbe procedere in via del tutto "standard"? giusto per farmi un'idea.

Edit: Mi scuso per l'insistenza, ma se così fosse, secondo lei crede che un mese di tempo a partire da oggi (il 15 giugno ho una visita prenotata) possa aggravare la situazione?
[#3] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012

SE l'ipotesi fosse corretta, bisogna valutare il grado della patologia, la terapia va da sedute di igiene orale professionale con scaling e courettage della tasca ad interventi di chirurgia parodontale resettiva o rigenerativa.

Qui può leggere alcune informazioni riguardo i problemi parodontali
http://studiodecarli.com/1/parodontologia_379976.html



[#4] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta.