Utente 368XXX
Salve,sono un ragazzo di 21 anni. Circa 6 mesi fa sono stato operato al polmone sinistro a causa di un pneumotorace spontaneo plurirecidivo. Di conseguenza ho subito l intervento di pleuroderesi e apicectomia. L'intervento è andato a buon fine,ho ricominciato la mia vita normale. Ora ho delle domande da fare,ho un gruppo con la quale suono e canto in vari locali,ogni volta che canto accuso fastidiosi dolori quando inspiro,questo dolore passa nel momento in cui mi metto a riposo,come mai accade ciò? I polmoni vanno sotto sforzo quando canto? Devo evitare di cantare?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buonasera,

difficile darle una reisposta, tuttavia da quello che descrive (dolore che interviene solo sotto sforzo e che regredisce con il riposo) ciò che accusa è coerente con gli esiti dell'intervento di chirurgia toracica che ha subito.
Il polmone NON E' INNERVATO.

Quello che lei sente è un dolore di parete, possibilmente con una componente nevritica cronica post-chirurgica.

Il dolore potrebbe anche aumentare alla pressione con le mani e in generale quando c'è un cambiamento delle condizioni ambientali, come per esempio l'abbassamento della temperatura.

Sensazioni di peso, formicolio e in generale dolore come delle punture in corrispondenza dell'emitorace operato sono sensazioni abbastanza normali nel postoperatorio di chirurgia toracica.

Come le avranno detto invece un dolore a pugnalata con sensazione di difficoltà respiratoria o di tremolio/ballottamento interno dovrebbero consigliarle prudenza e l'esecuzione di una radiografia del torace.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore,
Cosa intende con POLMONE NON INNERVATO?
Volevo farle un altra domanda,dato che accuso questi dolori è possibile che dopo la pleurodesi i due foglietti pleurici non hanno aderito bene?
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il polmone non è innervato, quindi non può fare male.
Il dolore è, pertanto, sempre un dolore osteomuscolare o pleurico.
Il dolore di origine pleurica in genere è diffuso a tutto il torace e presente durante gli atti respiratori (come accade durante una pleurite).
La pleurodesi provoca normalmente una pleurite "voluta" per creare l'aderenza tra i foglietti pleurici, quindi tale condizione determina dolori a distanza.
I sintomi di una recidiva di pneumotorace glieli ho indicati nel precedente post, ovvero:...dolore a pugnalata con sensazione di difficoltà respiratoria o di tremolio/ballottamento interno..."

Le altre condizioni che le ho già elencato invece sono compatibili con normali esiti chirurgici.