Utente 381XXX
Salve,
vi scrivo per ricevere delle informazioni riguardo la ginnastica prepuziale al fine di allungare il frenulo nei casi in cui sia breve.
Premetto che sono da poco guarito da una fimosi non serrata congenita grazie a Phimostop (serie di tuboidi che allargano progressivamente l'anello fimotico, ridando elasticità a questi), ma avverto ancora dei problemi causati (a parer mio) dal frenulo, forse corto. Dico "a parer mio" perché, quando ho fatto per la prima volta una visita, il dottore mi ha solamente detto che avessi una fimosi media dovuta ad infezione (balanite), quindi non ha sottolineato nessun problema di frenulo corto del quale, però, mi sono reso conto io dopo aver finito il trattamento sopra descritto, che adesso mi consente la totale esposizione del glande anche a pene eretto.
Il problema attuale è il seguente: sebbene riesca ad esporre il glande, quando continuo a tirar giù la pelle sento che il frenulo tiri, e non permette la totale esposizione della parte interna del prepuzio. Inoltre, proprio il prepuzio (sempre in stato di erezione) copre molto leggermente la parte del glande opposta a dove si trova il frenulo, e non credo che debba essere così.
Avendo risolto la fimosi grazie alla sollecitazione del prepuzio, mi chiedo se effettuando della ginnastica (cioè forzare leggermente il frenulo di volta in volta) possa essere in grado di allungarlo e renderlo più elastico, poiché sono riluttante a qualsiasi forma di intervento.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,faccia riferimento ad uno specialista reale in quanto,da questa postazione telematica non é possibile verificare il quadro clinico.Cordialità.