Utente 815XXX
Buongiorno,sono stata operata per la STC bilaterale.Ora i sintomi come,formicolio e dolori sono scomparsi,ma le mani sono diventate dure e gonfie fino a sopra i polsi.Ora mi inizia a tirare la pelle del viso e ho anche i piedi gonfi.
Tutti gli esami sono negativi anche quelli per la funzionalità renale.
Ho la tiroidite di Hashimoto con Tsh 2,40 al momento eutirox 75 4 giorni e 100 3 giorni.
Sono peggiorata da quando ho effettuato una terapia con Bentelan e Rocefin subito dopo le due operazioni per la STC,quelle terapie che si danno dopo gli interventi,in tutti e due i casi ho avuto gonfiore diffuso,pelle dolententissima anche se mi si sfiorava, mal di testa e vomito.Infatti la seconda terapia l'ho duvuta interrompere.Mi sono sgonfiata progressivamete ma sono rimaste le mani dure e gonfie,la faccia mi tira che non posso aprire la bocca nella totalità e sono piena di dolori.Ho eseguito,Eco addome,Rx Torace,Ecocardio,Ecodoppler arti inf.e sup.,tutti gli esami del sangue anche i test per i reumatismi è tutto negativo.Solo Lordosi e Inversione della fisiologica.
Non so che mi sta succedendo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Busa
24% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
La tumefazione e la rigidità delle mani in fase post operatoria sono piuttosto frequenti anche in assenza di patologie autoimmunitarie o di connettivopatie. E' perfettamente giusto che lei faccia indagini per escludere patologie sistemiche e che, di conseguenza, adotti le terapie più opportune facendosi seguire da un internista competente.
Tuttavia considero utile nel suo caso anche un trattamento rieducativo degli arti superiori opportunamente condotto da un terapista esperto e competente. Alcune condizioni patologiche generali rendono infatti più alto il rischio di "algodistrofia", una sindrome caratterizzata appunto da dolore, tumefazione, rigidità articolare, osteoporosi, che si sviluppa in taluni soggetti predisposti come conseguenza di traumi od interventi chirurgici anche lievi.
[#2] dopo  
Dr. Lorenzo Rocchi
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile signora,
le consiglio di farsi rivalutare dal chirurgo che l'ha operata o da un chirurgo della mano di sua fiducia e, nel caso , probabile, che stia sviluppando un'algodistrofia, di iniziare, con il suo aiuto una terapia medica e sopratutto fisioterapica adeguata
cordialmente