Utente 381XXX
Salve, sono stato sottoposto ad un'anestesia spinale in data 7 marzo (per una torsione al testicolo).
Dopo qualche giorno è iniziato un forte mal si testa che non mi permetteva di alzarmi.
Mi è stato somministrato del cortisone (punture) e mi sono ripreso un po'.
Oggi (20 maggio), però, ho ancora il mal di testa, anche se lieve. Che aumenta la sera dopo una giornata intensa (studio, sport, ecc...)

Qualche settimana fa mi è stato somministrato delta-cortene (dosi da 0.5 divise a metà) per 7 giorni. Non mi ha fatto molto effetto.

Ho fatto l'RX per semiparanasale ed è uscita negativa, non ho sinusite.

Quanto può durare ancora la cefalea post-epidurale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera.
La cefalea da spinale effettivamente ha la caratteristica di presentarsi ed esacerbarsi quando, in seguito ad una puntura spinale, avviene il passaggio dalla posizione sdraiata a quella eretta scatenandosi una fastidiosa sensazione. Tuttavia è passato molto tempo da quando lei è stato operato e abitualmente il decorso è decisamente più rapido e con esito tendente alla scomparsa senza conseguenze.
Quindi penso che la sua cefalea non sia imputabile al fatto di aver eseguito una spinale.
In ogni caso le consiglio tre cose:

1) aumenti per un breve periodo l'introduzione di liquidi (acqua in particolar modo) almeno 2 l/die, frazionata nell'arco della giornata.

2) Utilizzo di FANS anzichè cortisone (ne parli col suo Medico curante)

3) Si prenda un paio di settimane di riposo dall'attività fisica soprattutto se intensa in palestra.

Ci possiamo risentire tra qualche settimana se la situazione persiste inalterata o addirittura (meno probabilmente) peggiorata.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille, seguirò i suoi consigli e le farò sapere.
[#3] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore, la ricontatto per informarla che ho assunto FANS (aspirina dolore e infiammazione). Poco dopo l'assuzione del farmaco c'era un lieve miglioramento che scompariva dopo qualche ora.
Ieri sera, a causa dell'eccessivo fastidio, sono andato al pronto soccorso e mi hanno detto che la cefalea post-epidurale può durare anche otto mesi.
Aspetterò che passi gradualmente, ci vorrà un pò di pazienza.
[#4] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera, mi permetto di dissentire da questa cosa. Se è vero che possa durare anche tre quattro settimane nei casi peggiori, otto mesi mi sembrano francamente un po troppi.Non so se questa cosa le è stata detta dal Medico del PS o da un anestesista chiamato in consulenza.
Ad ogni buon conto, concordo con lei che bisogna armarsi di santa pazienza e aspettare ancora un po ricorrendo a FANS al bisogno. Mantenga ancora una buona idratazione visto che andiamo, tra l'altro, incontro al caldo.
Se però non ottiene altri benefici sarà il caso di effettuare una risonanza in sede lombare ( dove presumo sia stata fatta la spinale) per un controllo.
Cordialità
[#5] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore, la ricontatto per informarla del fatto che oggi sono passato dal medico curante e mi ha detto che "passerà".
Comunque sia, anche per corretteza, ho trovato per caso su internet queste informazioni prese da:

https://www.academia.edu/7424547/CEFALEA_DA_PUNTURALOMBARE_IN_GRAVIDANZA._iPOTENSIONE_LIQUORALE_SIH_E_TROMBOSI_VENOSA_CENTRALE_CVT_IN_GRAVIDANZA._IPOTESI_ETIOPATOGENETICHE_A_CONFRONTO._RIVISTA_ITALIANA_DI_MEDICINA_LEGALE_8_1211-_1239

<<Di fronte ad una puerpera che lamenta un forte mal di testa,dopo anestesia spinale, epidurale o combinata spinale-epidurale, e`opportuno evitare formulazioni diagnostiche riduttive: non tutte lecefalee ed i disturbi che si osservano dopo una puntura lombaresono di scarso rilievo clinico e medico legale.
[...]
Nel caso di puntura lombare si tratta di una cefalea intensa, che compare subito o si accentua entro 15’ dall’assunzione della posizionein piedi o anche seduta nel letto. Appare anche dopo alcuni giorni, sino a due settimane, spesso in sede fronto-occipitale, irradiata al collo e alle spalle e che, in modo tipico, si accentua in ortostatismo esi allevia in clinostatismo, con evidente correlazione alla variazione pressoria endocranica dovuta a tale modifica di posizione.Il paziente spesso rifiuta di mettersi in piedi ed assume spontaneamente la postura sdraiata per attenuare la sensazione dolorosa. La durata della cefalea e` estremamente variabile: si risolve en-tro un giorno nella maggior parte dei casi, ma puo` durare sino a ol-tre 12 mesi.>>

[#6] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera, grazie per la citazione. Conosco quel lavoro. Tuttavia non riguarda il suo caso in quanto la puntura spinale da lei subita è stata effettuata con classico ago da spinale. Invece il lavoro da lei linkato riguarda studio condotto su puerpere sottoposte ad analgesia del parto in cui si è avuta una accidentale puntura meningea con ago di Tuohy. Ago ben diverso da quello utilizzato per lei dove invece la puntura della "dura madre" è ricercata per poter eseguire la spinale. L' ago di Tuohy per peridurale è decisamente più invasivo e traumatico e non certo utilizzato per effettuare una spinale come nel suo caso, anche se la tecnica può sembrare, al non addetto ai lavori, la stessa. Pertanto se la letteratura riporta, a detta di quell autore ( che tra l' altro è un Medico legale e non un Anestesista ), casi estremi di durata pari o superiore i 12 mesi, ciò non rappresenta né la norma né evento raro, bensì eccezionale, tanto da essere citato in letteratura.
Sono fiducioso del fatto che la sua durerà molto meno, se i sintomi sono ridotti rispetto a qualche settimana fa vuol dire che siamo sulla buona strada. In caso contrario solleciterei il suo curante a ulteriori approfondimenti diagnostici.
Cordialità.
[#7] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Innanzitutto la ringrazio tantissimo, la sua consulenza è veramente utile.
Sono andato dal medico curante (il sostituto) e mi ha detto che è una conseguenza dell'anestesia.
A fine mese tornerò dal medico curante e, come mi ha detto lei, lo solleciterò per ulteriori approfondimenti diagnostici ("risonanza in sede lombare" oppure "TC" come è stato consigliato nel referto dell' RX per semiparanasali?).

Mi chiedo come sia possibile che ci voglia tanto, lei stesso, come ho letto nei commenti, ha visto casi della durata massima di tre settimane.
Grazie ancora, la ricontatterò a fine mese.

Potrei sapere se fare "risonanza in sede lombare" oppure "TC" come è stato consigliato nel referto dell' RX per semiparanasali?

[#8] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera, se il suo curante prescriverà ulteriori accertamenti consiglio di effettuare una RM. Non ha senso la TC. Non farei nulla se appunto come detto più volte lei nota un miglioramento anche se con sintomi ancora presenti. Il fatto che abbia visto una cefalea di una puerpera durare tre settimane (tanto) è indicativo solo della mia esperienza. Ciò non toglie che possono verificarsi eventi di durata superiore. Se in futuro dovesse sottoporsi ad intervento compatibile con una anestesia spinale riferisca al suo anestesista del precedente e opti per una anestesia alternativa. Comunque consideri anche la possibilità di contattare e farsi visitare anche dal collega che ha eseguito l anestesia. Può avere il quadro più preciso della situazione e consigliarla per il meglio. Questa ipotesi può seguirla anche subito.
A risentirci.
[#9] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
L'urologo che mi ha operato ha detto che possono passare tre mesi.
Passerò in settimana dall'anestesista. A presto.
[#10] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Ho chiamato all'ospedale. L'anestesista che mi ha operato non c'era. Un altro anestesista mi ha detto che questa emicrania (come lui l'ha chiamata) non è dovuta all'enestesia spinale. Piuttosto mi ha consigliato di farmi visitare da un neurologo.
Io dal neurologo sono andato il mese scorso e sono tornato da lui con l' RX. Quest'ultimo (il neurologo) mi ha detto che è dovuta all'anestesia. O meglio, mi ha detto che hanno "toccato" la dura madre (non so cosa sia) e che quindi fa male per questo. Insomma, non so che dire...
[#11] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buongiorno. Mi sembra che la risposta fornita telefonicamente senza visitarla da parte della stessa struttura dove ha eseguito l intervento sia alquanto frettolosa. Concordo con quanto espresso dal neurologo cioè che i sintomi clinici da lei riferiti siano compatibili con una cefalea da esiti di puntura spinale. La "dura madre" che cita la ritrova già nella mia risposta del 18 giugno ed è termine riferito alla membrana meningea che DEVE essere necessariamente trafitta dall'ago per eseguire spinale e che a volte può essere causa di problemi come il suo.
A questo punto consiglio una RM. Se negativa ci mettiamo in pace e aspettiamo passi. Se, al contrario, ci fossero dei problemi allora si deciderà sul da farsi.
Sinceramente non saprei da qui come aiutarla ulteriormente.
Saluti
[#12] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Dottore la ricontatto nuovamente.
Prima di tutto la ringrazio davvero per la sua professionalità.

Aggiungo a ciò che ho gia scritto nei post precedenti che, e spero tanto di non aver causato così danni seri, il giorno in cui fui dimesso dall'ospedale avevo una cefalea fortissima. Questo ai dottori non fu detto. Non lo dissi perchè i miei familiari (inclusa una zia infermiera) insistettero per andare a casa e mi dissero di non dire niente ai medici della cefalea, altrimenti mi avrebbero tenuto ancora là.
Questo non giustifica certamente il mio comportamento, ma sa che con quel dolore non mi mettevo mica a ragionare...
Io ho vent'anni, non è certo bello stare ancora così dopo tanto tempo, non riesco a stare pienamente concentrato quando studio!


Comunque il medico curante mi ha consigliato la TC, i risultati li avrò dopodomani. Anche nell' RX per semi paranasali c'era scritto si consiglia TC e anche che c'è un accentuazione del disegno diploico.
In più il medico curante mi ha somministrato betotal per 10 giorni che non hanno fatto niente.

Ora, so che non è possibile saperlo, ma lei crede la mia dimissione prematura possa provocare danni seri o solo un allungamento della guarigione completa? La ringrazio tantissimo!!!!

[#13] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
La terrò aggiornata sull'esito della TC e sull'esito di questa storia.
[#14] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buongiorno,
purtroppo devo rilevare che effettivamente è stata proprio una scelta non felice farsi dimettere omettendo questo sintomo ai Medici (e questa cosa se scusabile parzialmente per i non addetti ai lavori non lo è invece per la sua parente che lavora in questo ambiente). Infatti una precoce valutazione dello specialista anestesista avrebbe permesso di iniziare tempestivamente la terapia riducendo probabilmente durata e intensità del problema che ora mi pare stia durando veramente da un bel pò.
A riprova di ciò che le dico sta il fatto che anche la decisione terapeutica di effettuare un blood-patch (ora non certo attuabile) per ridurre il foro della meninge evitando la fuoriuscita del liquor con gli effetti, ahime, che lei ben conosce, poteva rappresentare una scelta terapeutica precoce per una felice risoluzione del problema.
A ciò si aggiungano una serie di scelte terapeutiche alquanto discutibili proprio perchè è mancata anche una valutazione specialistica. Il cortisone fatto all'inizio, ora mi parla anche della vitamina B (betotal f).
Dubito che la TC sia l'indagine migliore per questa problematica (senza mezzo di contrasto poi praticamente inefficace) . Come già suggeritole in post precedenti. La RMN ha decisamente un potere di risoluzione migliore e avrebbe evitato ulteriori lungaggini legate al fatto che probabilmente dalla TC (che va benissimo per la sinusite) non si vedrà molto.
Aspetto sue ulteriori nuove.
Saluti
[#15] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore.
Le trascrivo i risultati della TC:
TAC BASICRANIO
TAC CRANIO
TAC ENCEFALO
Non si documentano lesioni al carico del parenchima cerebrale.
Sistema ventricolare in asse.
Normali gli spazi subaracnoidei.
Conclusioni: esamte TC dell'encefalo nella norma.

Praticamente non è uscito niente!
Ovviamente le ho portate al medico curante, che mi ha dato ansiplus per 20 gg da prendere la sera prima di andare a dormire.

L'ho presa solo una volta...ancora niente...

In pratica le volevo chiedere due cose:
1) Lei mi consiglia di chiedere al curante, nel caso in cui continui questo dolore, una RM? e come encefalica, lombare??
Lei mi farebbe fare questo? Con questo strumento sapremmo praticamente tutto? non c'è altra soluzione secondo lei?
2)Nonostante ci siano state inadeguate scelte terapeutica (tra cui quella di essere dimessi con la cefalea e non aver eseguito un blood-patch) ci sarà comunque,prima o poi, una totale remissione dei sintomi? è insopportabile...

Grazie di cuore. Davvero.



[#16] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera,
1) Io avrei fatto una RMN lombare; volendo a tutti i costi una TC, almeno in quella zona e con il contrasto.
2) le "inadeguate scelte terapeutiche " di cui parla sono derivate dall aver omesso volontariamente da parte sua per essere dimesso al più presto, la presenza di sintomatologia inequivocabilmente riferibile a recente tecnica anestesiologica loco-regionale che, valutata precocemente dallo specialista si sarebbe giovata di trattamenti terapeutici mirati e più efficaci di quelli da lei fatti.
Purtroppo non so darle previsione di quando lei guarirà completamente, posso solo dirle che comunque avverrà senza che questo problema le lasci conseguenze alcune.
Cordialità