Utente 348XXX
Buongiorno, volevo sapere se una terapia a lungo termine a base di omeprazolo da 10 mg al giorno potrebbe causare disturbi cardiaci, così come ho letto sul web (non per la dose, ma per la molecola del farmaco), tenendo conto che si tratta comunque della dose minima efficace. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si tranquillizzi, nessun problema per il cuore.
Tenga comunque presente che la terapia con omeprazolo deve durare 4-6 settimane al massimo e dopo avere escluso mediante gastroscopia patologie gastriche importanti
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno dott. Cecchini. sto ormai assumendo a cicli esomeporazolo (all'inizio, da una dose iniziale di 40 mg al giorno fino a quella da 20) e omeprazolo (quella attuale da 10 al giorno) da Giugno 2014. la gastroscopia l'ho fatta a fine Settembre 2014 e non è stato riscontrato nulla, ma io continuo ad avvertire della pirosi allo stomaco dopo i pasti, quindi,il gastroenterologo mi ha detto di continuare ad assumere omeprazolo alla dose minima efficace per annullare i sintomi. in poche parole, io soffrirei di un reflusso "funzionale", che, a mio parere, vuol dire tutto e nulla
[#3] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
In poche parole, dott. Cecchini, se ho ben capito, io dovrò assumere la dose minima di omperazolo per parecchi mesi, se non addirittura per anni. questo è quanto mi ha fatto capire il gastroenterologo
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Segua ovviamente i consigli del suo gastroenterologo
Arrivederci
[#5] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Certo, però ero (e tuttora lo sono) un po' spaventato dai possibili effetti collaterali degli IPP. grazie ancora e buona giornata