Utente 381XXX
Buonasera, scrivo In quanto ho effettuato lo screening neonatale alla mia bimba nata il 20/01/2015 In data 02/03/2015. I risultati sono stati:
FREQ. VENT.: 133 BPM
INT PR: 107 ms (sbarrato con la penna e corretto a 009°)
Dur QRS: 62 ms
QT/QTc 274/352 ms
Assi P-R-T: 60 87 68
Diagnosticata un'anomalia aspecifica della ripolarizzazione laterale con consiglio di eseguire una seconda ECG, che ho effettuato il 16/04/2015 con i seguenti risultati:
Frequenza 120 bpm
Intervallo PR 104 ms
Durata QRS 62 ms
QT/QTc 288/407 ms
Assi P-R-T 57 84 54
Con diagnosticata bradicardia sinusale.
Io non ho potuto parlare con nessuno specialista, il secondo ECG mi è stato consegnato dall'infermiera dicendomi che va tutto bene, ma ho notato valori molto simili e in più questa bradicardia anche se la frequenza mi sembra nella norma.
Dato che ho capito essere importante diagnosticare correttamente delle problematiche cardiologiche che possono portare anche a decessi vorrei capire se c'è da preoccuparsi. Alla mia piccola è stato diagnosticato un soffio al cuore, ma effettuato ecocardio risulta tutto nella norma.
Grazie anticipatamente per la disponibilità che vorrete dimostrarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
mi sembra che lei cerchi a tutti i costi il riscontro di qualcosa che non và...e questo è tipico dei soggetti ansiosi. Se ci fosse stato qualche problema le sarebbe stato detto...non mi sembra affatto che ci sia una bradicardia...
Personalmente ritengo che lei debba tranquillizzarsi....ovviamente chieda delucidazioni ai colleghi che seguono la bambina.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Carissimo dottore,
La ringrazio per la risposta. Credo effettivamente di essere un po' ansiosa, ma in realtà mi aspettavo qualcuno che mi tranquillizzasse (come ha fatto Lei)piuttosto che il riscontro di qualcosa che non va. Per questo motivo La ringrazio di nuovo molto. Alla prossima visita di controllo con il pediatra sottoporrò tutta la documentazione.
Buona giornata