Utente 381XXX
10 giorni fa a mio figlio di 20 mesi cade sul piede un ceppo di legno di 20 chili circa. Togliendo la scarpa pensando si fosse solo spaccata l'unghia mettiamo il piede sotto l'acqua ma durante l'operazione ci accorgiamo che ha subito trauma da scoppio all'alluce destro.
Con il colpo è venuta via l'unghia con tutta la carne intorno rimanendo appesa solo per un pezzettino di carne laterale. Abbiamo rimesso il pezzo al suo posto, avvolto in un telo per tenere il tutto fermo e sopra ghiaccio secco.
Al pronto soccorso dopo aver pulito la ferita e bendata hanno atteso 4 ore prima di intervenire in anestesia totale vista l'età del bimbo, il quale aveva bevuto da poco tempo.
Successivamente all'intervento il chirurgo dice che vista l'età del bimbo probabilmente si riforma tutto anche se in 2 punti si sarebbe forse necrotizzato e che metà del letto dell'unghia era forse compromessa.
Nell'intervento è sono stati dati punti tutti intorno all'unghia , sulla parte superiore del polpastrello e ancorata l'unghia con un punto.
Dopo 9 giorni dall'intervento saremmo dovuti tornare per la medicazione. Quindi ieri ci rechiamo in ospedale e durante tale medicazione si nota che la parte riattaccata è tutta nera ma il chirurgo dice che secondo lui il dito tornerà lo stesso come prima dell'incidente.
Secondo voi è corretto? dobbiamo rivolgerci urgentemente ad un centro specializzato? chi si occupa questi traumi nei bambini?Sarà troppo tardi per altri tipi di intervento? Oppure è il normale processo di guarigione? I bambini così piccoli sono davvero capaci di rigenerare le parti molli tipo "le lucertole"?
Grazie per l'attenzione,saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

in realtà avrebbe dovuto inserire il quesito in un'altra sezione, non in chirurgia della mano.

In ogni caso, di norma in questi casi si verifica un recupero pressochè completo, grazie alla notevole capacità rigenerativa dei tessuti, ma è impossibile per noi essere precisi non conoscendo direttamente la situazione e non avendola seguita dall'inizio (un conto è vedere, un altro è farselo raccontare).

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Dottore la ringrazio,
Buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.