Utente 381XXX
Buongiorno
Vi espongo il mio problema/ansia. Sono un ragazzo di 31 anni.
Quest’anno a gennaio ho avuto un arrossamento del glande e del prepuzio sia a riposo che in erezione, ma in erezione oltre che rosso era anche lucido; inoltre c’erano anche due minuscoli puntini bianchi, che sembravano brufolini, che spremendoli sono andati subito via e nel giro di un giorno/due non si vedeva più nulla.
Il mio medico mi ha fatto mettere la pomata Gynocanesten per una settimana mattina e sera; dopo questo periodo e dopo che il glande mi si è spellato completamente, la situazione sembra tornata alla normalità.
Premetto che nello stesso periodo ho fatto un ciclo di antibiotici per febbre e mal di gola e che oltre l’arrossamento del glande e del prepuzio, non ho avuto ne dolori, ne bruciori, e neanche fastidi nell’urinare.
A metà aprile di nuovo l’arrossamento del glande e del prepuzio, il mio medico mi ha fatto mettere per una settimana, mattina e sera, il travocort, in questo periodo la situazione sembrava migliorata, ma quando ho smesso di mettere il travocort il glande ed il prepuzio era di nuovo più rosso di prima la pelle veniva giù male.
Anche questa volta niente dolori, brucio e fastidi nell’urinare.
Non ho messo più nulla e uno/due giorni dopo, il glande mi si è completamente rispellato, ora la situazione ad oggi sembra abbastanza normale.
Dopo lo spellamento sono stato anche da una dermatologa, ma ormai non avevo più nulla e mi ha detto che non avevo nulla.
Ora le mie domande/ansie sono tre:
1 – navigando su internet si parla molto di MST e la mia paura è di averne una. E’ possibile secondo voi che abbia qualche MST? Anche alla luce di quello che ho avuto e considerando anche che ho una vita sessuale abbastanza attiva e con più patner donne e comunque con rapporti sessuali vaginali e anali sempre coperti da preservativo, ma con quelli orali a volte non coperti?
2 – ora mi sono accorto che la punta del glande a riposo è un po’ grigiastra, (una sfumatura di colore diversa dalla base del glande che è più rosea), in erezione questa cosa è molto meno evidente, ma in quel punto la pelle sembra leggermente rugosa; volevo sapere se è normale. Forse ce l’avevo anche prima ma ora dopo che ho avuto questa esperienza mi guardo molto più approfonditamente e delle cose che prima forse non ci facevo caso, ora sono diventate oggetto di “studio”.
3 – la terza è che in erezione il glande mi sembra abbastanza rosso, volevo sapere se è normale che in erezione diventi rosso.
Anche per questo punto, non so se anche prima era così e non ci facevo caso ed ora che me lo osservo di continuo perché sono andato in paranoia, lo noto rosso e quindi mi preoccupo. (se ci fosse un problema dovrebbe essere rosso anche a riposo?)
Se mi date un recapito, vi posso anche mandare le foto.
Grazie immensamente del servizio che offrite e ringrazio già per le risposte alle mie tre domande.
Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

ci pone delle domande alle quali è possibile dare risposta solo dopo un'attenta visita specialistica con l'esperto di queste situazioni quale il Venereologo.

Difatti i quadri descritti possono essere ascrivibili a situazioni (ivi comrpesi quelli fisiologici o parafisiologici) del tutto dissimili fra loro.

Effettui la visita come indicatole.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille della risposta.
Cmq la punta del glande di una sfumatura leggermente sul grigiastro può essere normale?
Posso stare tranquillo secondo lei?
Cmq per tranquillizzarmi effettuerò una visita al più presto.
Sa indicarmi un valido dermatologo venereologo nella zona di perugia?
Grazie Mille.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo

Posso dirle di stare sereno ma è meglio che lo faccia il dermovenereologo!
Non sondarle indicazioni specifiche in merito nè potremmo farlo da qui.
Cari saluti