Utente 370XXX
Gentilissimi dottori, Ho scritto già in questo sito per un problema di disfunzione erettile.
Sono stato dal mio andrologo che mi ha diagnosticato una prostatite che sto curando con keraflox e mictalase.
Prendo inoltre Cialis da 20mg una volta nel week end.
Oggi sono arrivati i risultati delle analisi:
I valori di Fsh, LH, prolattina e testosterone libero. Sono tutti perfettamente nella norma.
Il testosterone (non libero) invece è risultato bassissimo. Ho 0.2.
Ho 26 anni.
Vorrei avere delle informazioni "preliminari" su quello che potrebbe attendermi.
ne parlerò al più presto con il mio andrologo ma vorrei sapere quanto è grave la situazione.?
Grazie mille a chiunque risponderà.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

per capire se il suo testosterone totale è effettivamente basso bisognerebbe che ci indichi per intero i valori di tutti gli esami da lei fatti.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  


dal 2015
Grazie dottore, le indico subito tutto:

Fsh 4.8 (in un range che va 1.5 a 14)
Lh 4.6 ( range 1.5 - 10)
Prolattina 519 ( range 75 - 555)
testosterone 0.2 (range per la mia età 4.5 - 8.5)
Testosterone libero 8.8 ( range 8.0 - 55.0)

Devo preoccuparmi molto?
Non ho eseguito altre analisi oltre quelle citate.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

direi che è basso sia il totale che quello libero, tuttavia ripeterei gli esami aggiungendo anche l'estradiolo e per sicurezza lo ripeterei in un altro laboratorio per poi confrontarsi con lo specialista.

Un cordiale saluto
[#4] dopo  


dal 2015
Gentilissimo dottore. Eseguirò il suo consiglio.
Tengo a precisare che mi è stata diagnosticata una prostatite.
In attesa delle analisi (che le ho scritto) il mio andrologo mi ha dato il cialis per l' erezione.
Keraflox e mictelase per la prostatite.
Più androvir (integratore)..
Questi farmaci (che prendo da 5 giorni) possono influire sui risultati delle analisi?
un testosterone cosi basso...con uno stato generale buono e con altri ormoni nella norma. Cosa potrebbe indicare??
Si tratta di situazioni reversibili? anche per un' eventuale problema (Futuro) di fertilità?
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
direi che i farmaci da lei indicati non possono aver influito sui valori di testosterone e comunque prima di fare ipotesi prive di logica, serve ripetere l'esame nelle modalità sopra descritte.

Ancora cordialità
[#6] dopo  


dal 2015
Gentilissimo dottore
Ma dai valori descritti a cosa si può pensare in prima "analisi"?
Essendoci lh ed fsh nella norma é possibile escludere l ipofisi?
Come é possibile che con un testosterone così basso questi ormoni non siano alle stelle?
Non le chiedo una diagnosi (ovviamente senza visita non la può fare), ma almeno di farmi capire grossomodo di cosa potrebbe trattarsi.
Grazie mille.
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
le consiglio di ripetere gli esami come indicato precedentemente e di confrontarsi con lo specialista.

Ancora cordialità
[#8] dopo  


dal 2015
Gentilissimo dottore,
Ho ripetuto le analisi come da suo consiglio (la ringrazio).
Il primo laboratorio aveva sbagliato un valore. Il testosterone totale è risultato essere 3.46 (ripetuto anche in un terzo lab che dava lo stesso risultato).
I restanti valori sono rimasti praticamente invariati.
Il mio andrologo, tuttavia, mi ha consigliato di fare gonasi 2000 (una siringa intramuscolo a settimana). In più resta il cialis al bisogno.
Ieri mattina ho fatto la mia prima iniezione. Ieri sera intorno alle 19.30 ho preso il cialis.
Verso le 23.00 ho provato ad avere un rapporto. Non sono riuscito a mantenere l' erezione nonostante il cialis (mai successo prima).
Tengo a precisare che mi trovavo in macchina e la posizione era estremamente scomoda. Perdevo aderenza, non riuscivo a restare in equilibrio. L' erezione si è mantenuta per un buon periodo...ma ad un certo punto mi sono sentito "stanco" ed ho perso l' erezione.
Dottore le chiedo.
Il gonasi può aver influito negativamente?
Per i suoi effetti quanto tempo bisogna aspettare?
La posizione molto scomoda può provocare un abbassamento dell' erezione nonostante il cialis?
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gen.mo utente

La situazione descritta potrebbe aver creato una situazione d'ansia che si e' ripercossa sull'atto sessuale, si tranquillizzi e segua le indicazini dello specialista ripetendo gli esami ormonali fra un mesetto circa.

Ancora cordiali saluti
[#10] dopo  


dal 2015
La ringrazio dottore. E' sempre gentilissimo.
Un' ultima domanda. Il medico mi ha detto che il gonasi può agire positivamente sulla libido.
Di solito dopo quanto tempo si verifica tale azione (contestualmente all' aumento del testosterone) ??
Lei ha indicato "un mesetto" perchè dopo 4 iniezioni dovrei già iniziare ad avere miglioramenti? oppure ne servirebbero di più?
[#11] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gen.mo utente

Lo specialista conosce la sua storia clinica ed e' in grado di impostare la terapia, normalmente la posologia e la frequenza sono piu' elevate, ma per capirlo serve monitorare la situazione oltre alla sintomatologia anche con i dosaggi del testosterone tot.

Ancora cordailita'
[#12] dopo  


dal 2015
Mi scusi dottore ma non ho capito bene.
Secondo lei quindi il dosaggio e la frequenza sono troppo bassi per avere effetti concreti?
Ovviamente ascolterò sempre il consiglio dell' andrologo che mi ha in cura.
Però mi piacerebbe sapere se sto facendo qualcosa di realmente utile o sto solo perdendo tempo e soldi.
Grazie mille.
[#13] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

lei ha valori di gonadotropine nella norma e, quindi, assumerle dall'esterno con il Gonasi, non sembrerebbe avere una sua precisa logica medica.
io aspetterei qualche settimana, ripeterei le analisi ormonali, avrei rapporti sereni, magari in condizioni logistiche migliorie poi rifarei il punto del problema con il suo specialista
cari saluti
[#14] dopo  


dal 2015
ah ecco.
La ringrazio per il chiarimento.
Beh quindi aumentare le gonadotropine non corrisponde necessariamente a stimolare l' aumento del testosterone?
Io avevo capito che il mio medico avesse fatto un discorso del genere.
Quindi in sintesi cosa potrebbe accadermi proseguendo la terapia?
Al massimo non funziona oppure si può peggiorare il problema di fondo?
[#15] dopo  


dal 2015
PS: mi scuso ma una cosa che non mi è chiara.
Il gonasi può influire negativamente sull' erezione?