Utente 373XXX
Salve a tutti recentemente in seguito a una visita dal dentista ho scoperto di avere un problema di terza classe schelettrica compensata con laterodeviazione mandibolare e morso profondo.La dentista sostiene che con l'apparecchio che avevo messo tra i 12-14 anni ho risolto il problema di terza classe solo a livello dentale ma la terza classe c'è ancora oltre tutto sostiene che per risolvere definitivamente il mio problema devo portare l'apparecchio per tot mesi dividendo la terapia in 2 parti.La prima consiste nel cercare di risolve il problema del morso profondo in modo tale da consentire ai denti sotto di venire in avanti mediante un secondo apparecchio che dovrebbe tra l'altro allargare il palato.Questa operazione è accompagnata dalla rimozione dei denti del giudizio inferiori.Ora io non sono un medico non me ne intendo però ho sempre saputo che alla mia eta la terza classe si può risolvere solo tramite un intervento di maxillo-facciale è così o un semplice apparecchio può bastare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Nell'adulto se la sua terza classe e' su base scheletrica cioè l'osso mandibolare e' troppo sviluppato rispetto al mascellare superiore (oppure il mascellare superiore è iposviluppato rispetto alla mandibola), con l'apparecchio ortodontico sarà possibile cercare solo un compenso dentale, spostare e inclinare cioè i denti in modo che chiudano correttamente nonostante le basi ossee non siano in una relazione reciproca giusta.
La chirurgia maxillo facciale, sempre e comunque associata ad un trattamento ortodontico pre e post chirurgico, consentirà invece di risolvere il problema su entrambi i fronti (scheletrico e dentale).

Cordiali saluti