Utente 257XXX
Buon giorno
Non so bene a chi dovrei chiedere un consulto tra pediatra, dermatologo o allergololo.
Quindi mi scuso se ho sbagliato scelta del professionista.

Ho una bambina di due anni che da tutto l'inverno manifesta una brutta dermatite atopica sulle mani e sul viso. Tale diagnosi é stata fatta sia dalla pediatra che dal dermatologo.
Un medico amico di famiglia che ha saputo di questa dermatite a cicli con piaghe che ti illude che passa e poi sfoga, ha ipotizzato uun'intolleranza alimentare.

Ora non sono un grado di fare un diario privativa perché andando al nido non posso controllare ll'alimentazione e non ha nessun altro sintomo letto on Line.

Mi potete dare un consiglio? C'è un modo per appurare che in effetti potrebbe essere intollerante a qualcosa (sintomi alternativi che non mancano mai)? C'è un modo per escludere che sia intolleranza?

Grazie
Mamma preoccupata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, la sua bella bimba ha una dermatite atopica che , se i medici vanno d'accordo può avere dei consulti multidisciplinari con ognuno degli specialisti da lei citati, purchè ognuno rispetti il suo ruolo e non crei confusione. Purtroppo se è una DA (dermatite atopica), è una dermatite cronica recidivante, che vuol dire che di solito migliora nel periodo estivo e peggiora in autunno inverno. Solitamente è associata ad allergia agli acari, raramente ad allergia alimentare. Di per se però non è una allergia alimentare. Oggi sappiamo infatti che è dovuta ad un deficit di produzione di una proteina della barriera cutanea, e ad una alterata produzione dei lipidi cutanei, quelli che formano il film idrolipidico che tiene la pelle elastica. In mancanza di questo film l'acqua della pelle evapora più facilmente lasciando la pelle secca e facilmente irritabile. Inoltre ci sono delle ridotte difese locali, per cui ci possono essere delle infezioni da stafilococco, di cui la nostra cute è ampiamente colonizzata. Dunque l'allergia alimentare se ha un ruolo, non è la causa della dermatite ma la può riacutizzare. Detto questo deve consultare un allergologo per una batteria di test, che POSSONO ESSERE FATTI ANCHE SOTTO I 3 ANNI, anche se c'è una minore risposta cutanea e possiblità di falsi negativi.La terapia della DA prevede una attenta idratazione della cute, che prevede l'uso di detergenti poco aggressivi, e di emollienti idratanti da applicare anche più volte al dì. In caso di riacutizzazione , sulle lesioni si usano delle creme antibiotico cortisoniche.