Utente 381XXX
Buon giorno, ho 53 anni e ormai da qualche anno ho notato una sorta di disfunzione erettile. Il pene spesso non mi si irrigidisce al 100%, seppure raggiunge la possibilità di penetrazione, molto spesso però mi va giù, specialmente quando si bagna (emette il liquido non seminale). Molto spesso mi devo portare ad un livello pre eiaculazione e poi fermarmi, per mantenerlo rigido, il massimo della rigidezza quasi sempre lo mantengo quando la mia donna è in posizione "pecorina", in altra posizione a volte si ammoscia. Erezioni mattutine le ho specialmente se la notte prima ho fatto sesso, ma comunque non erezioni al 100%, premetto che fumo molto e bevo abbastanza alcool. Ultimamente poi la voglia di sesso è decisamente diminuita e spesso eiaculo con il pene non completamente rigido, dietro stimolazione. Purtroppo ho sempre sofferto di eiaculazione precoce, seppure il controllo della stessa per me non era difficoltoso. Quello che però mi spaventa di più è il fatto che molto spesso l'erezione, che seppure non al 100% sparisce al momento del emissione del liquido (che chiamerei di eccitazione), inoltre il parziale calo del desiderio. Già tempo addietro il mio medico di famiglia mi aveva prescritto il cialis 5 mg, da prendersi all'occorrenza, supponendo che la causa fosse da attribuire allo stress, certo che con la pastiglia la rigidità è tornata ai tempi della gioventù e la durata del rapporto si è anche lei allungata naturalmente. Ora quello che vorrei capire se tutto ciò è normale e se secondo voi sarebbe meglio approfondire con una visita andrologica. tra l'altro questa visita l'avevo già fatta parecchi anni fa da un andrologo che c'è in Alessandria, che oltre tutto non mi piace (dott. Boccafoschi) ed avevo fatto anche l'ecodoppler con puntura sul pene. VI SAREI VERAMENTE GRATO SE MI DESTE UNA RISPOSTA, VISTO CHE QUESTO PROBLEMA, MI STA CREANDO PARECCHI PROBLEMI PSICOLOGICI. Spero possiate darmi almeno delle indicazioni sulla perdita di erezione, sulla ridotta erezione, sulla perdita di erezione all'emissione del liquido e molto importante mi sembra di aver perso sensibilità al pene e mi sembra di non godere più come prima. Se poteste inviarmi la risposta al mio indirizzo mail ve ne sarei grato.
Grazie e saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,nell'invitarla a non fare nomi di colleghi,ribadisco come un aggiornamento diagnostico sia da consigliare,considerata l'età non più giovanile.
Un ecocolordoppler pene o dinamico,un'ecografia prostatica ed una valutazione del quadro ormonale assieme ad un esame obiettivo generale e genitale,definiranno lo stato delle cose ed indirizzeranno correttamente la terapia eventuale.Non fa alcun cenno sullo stile di vita (alcol,fumo etc.) né sull'equilibrio metabolico (diabete,ipertensione etc.) né su eventuali terapie in atto.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Buon giorno, mi scusi il disappunto, ma evidentemente lei non ha letto integralmente la mia mail ed ha dato una risposta preconfezionata, anche perché spiego chiaramente che fumo e bevo alcool. Ovviamente di diabete non ne ho ed ho una leggera ipertensione che curo da circa 4 anni con una pastiglia di zanedip da 10 mg. Grazie se vorra' dare una risposta più approfondita e non preconfezionata.
saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non ho mai fornito una risposta preconfezionata...Dalla mail si evince come lo specialista lo abbia incontrato parecchi anni fa,mentre adesso é un malato iperteso in terapia che,considerando il dato di fatto che l'erezione é un fenomeno vascolare,necessita di un inquadramento in tal senso,a prescindere dai danni legati al fumo ed all'alcol che,a differenza dell'ipertensione,che non guarisce,ma si cura,si possono eliminare.