Utente 381XXX
Gentili dottori,
vorrei presentarvi brevemente la mia situazione.
Sono un fumatore (20 sigarette al giorno circa), soffro di ernia iatale e sono una persona abbastanza ansiosa.
Prima di due mesi fa circa, la mia pressione, è arrivata anche a 200-112, in pronto soccorso o comunque in momenti in cui subentrava l'ansia. poi tendeva ad abbassarsi ma comunque in generale non ho mai avuto la pressione bassa.
Ho sempre accusato di sanguinamento delle gengive, avevo sempre i capillari rotti negli occhi, sentivo tachicardia e il rimbalzo del cuore in gola, anche con movimenti minimi.. ho sempre pensato fosse per l'ernia. Qui, ho deciso di fare degli esami di accertamento, ho eseguito vari elettrocardiogrammi,con risultati nella norma (a parte una aritmia sinusale) e un ecodopler cardiaco a riposo, da cui è risultata una anomalia che i medici non hanno preso in considerazione, ossia: ventricolo sinistro di normali dimensioni, cinesi e funzione globale, atteggiamento ipercinetico, RADICE AORTICA DI CALIBRO SUPERIORE DELLA NORMA (37mm), sezioni destre nella norma, diastolica polmonare stimata come nella norma, non versamento pericardico. Da un paio di mesi a questa parte, tutto è cambiato.. la pressione ha iniziato ad abbassarsi, anche nei momenti di ansia non ho più raggiunto quei valori che ho indicato sopra,anzi.. sono ipoteso e ho raggiunto valori anche di 89-40, niente sanguinamento alle gengive, niente capillari rotti, giramenti di testa, cute fredda, grosse difficoltà di digestione, sudorazione fredda specie di note,respiro corto, mani e piedi bollenti senza motivo, disattenzione, debolezza fisica e muscolare. Questo mutamento mi ha allarmato, quindi mi sono recato più volte in pronto soccorso dove ho eseguito degli esami del sangue, avevo i globuli bianchi elevati, quindicimila, avendo anche feci molli, gialline o scure e non formate, mi è stato prescritto un antibiotico per la gastrointerite, il Rifacol, ormai da un mese, ma le feci non migliorano e il mio malessere generale persiste.
In tutto questo mi sento molto depresso, non ho desiderio sessuale e gravi difficoltà di erezione, e la mia situazione fisica mi rende la vita impossibile.
Vorrei vederci chiaro e stare meglio, ma nemmeno i medici riescono a spiegare la mia situazione, spero potrete essermi di aiuto voi.
Vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Salve,
la tranquillizzo sul "problema" cardiologico che, stando a quel valore segnalato, non sussiste; o meglio: 37 mm è un valore superiore al limite, oltre il quale si parlerebbe di "ectasia" della radice aortica. Probabilmente gli svariati picchi ipertensivi che lei ha avuto in passato hanno messo l'aorta ascendente un pochino sotto sforzo (da qui anche l'ipercinesi riscontrata).

Tutto sommato però direi che non c'è nulla di cui preoccuparsi, anche perché ora i valori riscontrati parlano di ipotensione e quindi non c'è più stress parietale (apparentemente ovvio).

Piuttosto sarebbe utile:
- ripetere l'ecocardiogramma nelle condizioni attuali, per capire se questa brusca riduzione della pressione possa riflettersi in modificazioni della meccanica cardiaca
- effettuare un test da sforzo
- ripetere gli esami del sangue con il proprio medico curante, che dovrà farle fare quelli specifici per i suoi sintomi (astenia, affaticamento, H. Pylori, Marker T.)

Nel frattempo può chiedere sempre al suo curante (o al cardiologo se ne ha uno) di iniziare una terapia per aumentare i valori pressori fino alla normalità oppure può autonomamente incrementare lei stesso il sale nella dieta o mangiare della liquerizia e bere tanti liquidi durante il giorno, non meno di 2 litri.

Mi tenga aggiornato.
Cordiali Saluti.
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio Dottore per la tempestiva e esaustiva risposta. Domani andrò dal mio medico e mi farò prescrivere esattamente quello che lei mi ha consigliato.Nella domanda precedente non ho scritto una cosa, capita ancora ogni tanto di avere pressione altina alla prima misurazione (140/80) poi nella secondo e terza misurazione si abbassa subito (110/70-100/60). Purtroppo non trovo l'eco doppler fatto 4 anni fa quindi non posso confrontarlp con l'ultimo, la radice aortica si dilata per forza nel corso degli anni? E se si di quanto? Ultima cosa tutto il resto dei sintomi che le ho descritto(debolezza muscolare, cute fredda, sanguinamento dei denti scoparso ecc) a cosa possono essere legati?
La ringrazio anticipatamente,la terrò aggiornata sugli esami.
Buona serata!