Utente 205XXX
Buongiorno,
In seguito all'estrazione di ultimo molare, ho optato per un impianto. L'impianto, risulta un po' distante dal dente davanti, tanto è che mi si incastra il cibo tra i 2 denti. La soluzione propostami dal dentista e' quella di aumentare il composito del dente anteriore, per ridurre lo spazio. Dato che l'impianto mi è costato una notevole cifra, ho chiesto che mi fosse sistemato questo, e mi è stato risposto che non mi converrebbe, poiche il dente messo in forno per essere allargato rischierebbe crepature e questo comporterebbe la sostituzione di tutto l'impianto anche la parte già inserita nell'osso!!!! Non so' come comportarmil, data la mia inesperienza, ma vorrei ricevere pareri ONESTI, dato che mi sembra una risposta assurda.
Grazie!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Buongiorno
Credo sia difficile esprimere un parere senza poter vedere il caso e magari una radiografia: è evidente che bisognerebbe capire in particolare qual é lo spazio che si intenderebbe colmare.
I problemi possono essere diversi, e con diverse soluzioni.
Trattandosi dell'ultimo molare (settimo) , forse l'impianto é stato collocato un po' troppo distante dal sesto: questo problema non é risolvibile, se non rimuovendo tutto e applicando un nuovo impianto (come le é stato prospettato).
Aggiungere ceramica è possibile, ma il rischio di frattura temuto è reale.
L'alternativa sarebbe riconsegnare la corona all'odontotecnico per rimuovere TUTTA la ceramica e procedere ad una nuova ceramizzazione ( ovviamete se la tecnica imiegata è di ceramica su metallo).
Il rischio, comunque, é che un eccesso di ceramica non sostenuta dalla sottostante armatura metallica possa fratturarsi comunque: la soluzine sarebbe il rifacimento completo della corona, cosa necessaria se la corona fosse stata realizzata con tecnica senza armatura metallica.
Infine, la soluzione prospettata, l'aumento del punto di contatto con del composito sul sesto, può essere un compromesso accettabile.
Ovviamente, senza poter vedere.....
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio molto per la sua risposta esauriente e precisa. Mi informerò sulla struttura dell'impianto ed in caso di dubbi la ricontattero'.
Nel frattempo, cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il lavoro è stato eseguito in modo errato o nella sua progettazione o nella sua esecuzione e come tale va rifatto. Il collega non può accampare motivazioni o soluzioni poco professionali; consegnare una protesi senza punto di contatto non è possibile. Si potrebbe rifare la corona sull'impianto di sana pianta...
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per il suo parere, infatti anche io penso sia stato fatto un errore, che non so' se riguardo una corona troppo piccola o un impianto inserito troppo distante dal dente anteriore. E sinceramente mi pesa molto allargare un composito già notevole per rimediare ad un impianto pagato profumatamente.. Anche perché temo che nel tempo il composito possa sgretolarsi..
Quindi, Lei farebbe aumentare le dimensioni della corona?
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Certamente, sempre nei limiti di una corretta modellazione anche se leggermente in plus, tenga comunque conto che la mia come le altre considerazioni dei miei colleghi vengono fatte senza la possibilità di una visione diretta del suo problema ma solo sulla base di quanto lei asserisce.
Cordialmente
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Dato che l'impianto mi è costato una notevole cifra, ho chiesto che mi fosse sistemato questo, e mi è stato risposto che non mi converrebbe, poiche il dente messo in forno per essere allargato rischierebbe crepature e questo comporterebbe la sostituzione di tutto l'impianto anche la parte già inserita nell'osso!!!! "

Spero che lei abbia capito male.
Un dentista non può sostenere che una crepatura della ceramica comporti la sostituzione della parte di impianto inserita nell'osso.
[#7] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dott.
Ho capito bene invece! Tant'è che il dentista mi ha sconsigliato l'aumento dell' impianto per le sopraddette motivazioni, caldeggiando invece per quello del composito, ma credo che non accetterò la soluzione.
Ringrazio molto per i Vs pareri.
Cordialmente
[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Ribadisco che qualcosa nella comunicazione non ha funzionato.

L' IMPIANTO non può essere aumentato.
L'impianto è lì, e li resta senza nessuna modifica.
La sua richiesta di "sistemare l'impianto" non è praticabile.

"il dente messo in forno per essere allargato rischierebbe crepature"
Il dente di cui si parla è la corona, non l'impianto.
L'unico dente che viene messo in forno (e teoricamente rischia la crepatura) è quello in ceramica, non in composito.

La strada per fare un punto di contatto accettabile è quella di riprendere l'impronta e rimodellare nuovamente il dente (se fattibile), oppure rifare completamente la protesi.

Ceramica, metallo/ceramica, zirconio/ceramica o metallo/composito è ininfluente.