Utente 367XXX
Salve. Prima di arrivare alla domanda credo sia opportuno fare una breve contestualizzazione del problema. Sono stato da un neurochirurgo un paio di mesi fa perchè avverto dei dolori alla schiena e una sorta di bruciore/intorpidimento in zona anale e del coccige. Questo neurochirurgo ha letto i risultati della RM spinale che gia avevo e che riporto anche qui:

Protrusione discale globale a livello di L3 L4
Protrusione mediana posteriore del disco compreso fra L4 L5 che si adagia sul sacco durale.
Ipertrofia dei legamenti gialli con substenosi canalare.
Piccola ernia mediana posteriore che si adagia sul sacco durale a livello di L5 S1
Si segnala piccola cisti liquorale del diametro di 14 mm che si proietta posteriormente ai corpi di S2 e S3

Mi ha spiegato che i fastidi che avverto derivano da de problemi di ammortizzazione che ho lungo la spina dorsale che intaccano anche i nervi. Secondo lui potrebbe derivare tutto da una malaocclusione mandibolare e per questo dovrò effettuare altri esami tra cui una RM della mandibola. Secondo lui in questo modo potrebbero spiegarsi anche altri sintomi che effettivamente in passato ho avuto (flash agli occhi, formicolii ecc..). Insieme a questo però, negli ultimi mesi ho notato dei cambiamenti al pene. Principalmente negli scorsi mesi ho notato che sopratutto in certi giorni il pene a riposo si irrigidiva su se stesso, accorciandosi e diventando molto duro al tatto, soprattutto alla base. Dopo pochi secondi o minuti poi il pene solitamente ritorna rilassato e torna alla lunghezza di sempre (mi riferisco sempre al pene a riposo). Avevo fatto presente anche questo al neurochirurgo ma lui, basandosi sul referto della RM mi ha detto che non vedeva nessi. Secondo un altro neurochirurgo che ho consultato invece questi sintomi possono essere correlati alla cisti in S2 ed S3 che a parer suo andrebbe operata e che per la posizione porta effettivamente ad aver disturbi lungo l asse ano-pene. Ma il mio neurochirurgo "principale" afferma che quella cisti è congenita e non da problemi. Ora però sono molto preoccupato perchè passati i mesi ho ancora questo disturbo al pene. è come se il pene facesse dei movimenti "a fisarmonica" accorciandosi e irrigidendosi per poi tornare normale..A volte sparisce per un paio si settimane e poi ricompare per qualche giorno. Inoltre ho notato anche che durante l erezione il pene assume delle forme un po storte che prima non aveva mai avuto. Ho molta paura..ho un appuntamento con il mio neurochirurgo tra due settimane. Secondo voi dovrei farglielo di nuovo presente e valutare con lui ulteriori analisi o rivolgermi direttamente a un andrologo? Secondo voi questo tipo di problema puo essere collegato a disturbi di tipo nervoso e della colonna come segnalato dalla RM o dalla cisti? Ho molta paura di dover affrontare disturbi di erezione irreversibili gia alla mia età. Cosa mi consigliate di fare? Riparlarne col mio neurochirurgo o andare da un andrologo? Devo preoccuparmi? GRAZIE!!!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il pene e lo scroto sono soggetti a continue dilatazioni e contrazioni volumetriche legate alla eccitazione sessuale,alle condizioni climatiche,allo stress etc..Il ruolo di eventuali protrusioni dei dischi intervertebrali e' assolutamente accessorio.Un esperto andrologo sapea' dare un giusto valore alla sintomatologia riferita.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
la ringrazio dottore. Ma la modalità in cui avviene non è piu come in passato. E ripeto, piu che la dilatazione spontanea in se, il problema principale è dato dal fatto che il pene è spesso duro pur stando a riposo e questa condizione puo durare da pochi secondi a minuti. è una durezza non normale che in passato non ho mai avuto e che è cominciata quando ho iniziato ad avere problemi con la schiena. Forse non mi so spiegare bene. Inoltre ho notato anche delle posizioni storte dell asta durante l erezione.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
....allo stato di riposo il pene ha solo una funzione urinaria ed estetica....In erezione,conviene che faccia delle foto e le mostri allo specialista reale.Cordialità.