Utente 814XXX
Salve, sono agente polizia locale, nel marzo 2000 durante un corso di difesa personale ho riportato la frattura del malleolo piede sx. L'inail mi ha riconosciuto una riduzione della capacità lavorativa del 7%. A distanza di 8 anni, oggi quando svolgo servizio a piedi anche di sole due ore consecutive, il piede mi fa male (come se avessi dentro degli spilloni per intenderci) ed a sera poi mi gonfia un po'. Posso chiedere di essere sottoposta a visita medica con cambio di profilo cioè andare a fare l'impiegato amministrativo? Se eventualmente ci fosse questa possibilità qual'è la prassi da seguire devo andare dal medico curante o dal medico che annualmente ci fa le visite a lavoro o da entrambe? Ringrazio anticipatamente. Saluti
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
gentile Signora,
il piede rappresenta per chi come lei deve indossare un'uniforme o delle scarpe particolari (anfibi, stivali da moto etc etc) sicuramente un fonte di deficit importante se lesionato.
Firenze e' la patria di buoni ortopedici che potranno consigliarle la calzatura adatta , pur nel rispetto della sua uniforme di servizio, se cio' non fosse possibile o se comunque il rimanere molte ore in piedi fosse dannoso o controindicato puo' chiedere il "cambio mansioni".
Questo in alcune Regioni e per alcuni Corpi di Polizia e' ancora effettuato presso le Commissioni Mediche Ospedaliere degli Ospedali Militari.
Ad ogni buon fine provi a fare un colpo di telefono in Via san GALLO al
Col me dott DAMIANO BECCASTRINI Direttore della struttura ospedaliera, oppure al col me dott Luigi ANGELINI o col me dott Lucio BARBERA, che lavorano brillantemente nella commissione.
Se l'Ospedale non fosse piu' competente le forniranno indicazione di quale sezione di Medicina Legale della ASL si interessa della Sua situazione.
a presto
ps non manchi di salutarmeli
suo DOC
[#2] dopo  
Utente 814XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio vivamente per i consigli. Presenterò sicuramente i Suoi saluti ai medici fiorentini !
[#3] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Cara signora.
Penso che debba mettersi in cottatto con il medico che la sottopone a visita annualmente.
Sarà lui, (dopo averla sottoposta a visita ed effettuato gli accertamenti del caso, chiedendo anche visite specialistiche di supporto) che rilascerà un certificato di idoneità alla mansione con linitazioni/prescrizioni e se sarà possibile richiederà il cambio di mansione in caso di patologie accertate.

Cordialmente La saluto.