Utente 382XXX
Salve,
mia figlia è nata lo scorso 27 aprile e alle sue dimissioni sul referto è stato riportato testualmente:
Shunt interatriale da piccolo DIA tipo os(circa 0,3 cm di diametro). Flusso sx-->dx da PDA con closing al color e pattern doppler tipo closing. Riserva per minimo DIV apicale. Esame per il resto nei limiti. Controllo ecocardiografico fra 3 mesi.
Ora la bimba ha appena 1 mese e 6 giorni di vita ed alla recente visita pediatrica del 28 maggio, il pediatra ha constatato che cresce bene e che in 13-14 giorni è cresciuta di 700 grammi o poco più. Oscultandola pero, ha aggiunto che comunque a suo parere risulta avere ancora dei soffietti DIV e non DIA e di aspettare comunque l'ecocardiogramma del 3 mese.
Capisco e sono consapevole che i genitori a volte sono eccessivamente apprensivi e spero proprio che la nostra sia una inutile apprensione, ma vogliate comprendere l'amore di un genitore per la 1 figlia e alla voglia che tutto vada per il verso giusto.
Ho notato che la bimba quando dorme sembra respiri a volte più velocemente. Forse sarà normale.
Ciò premesso vorrei sapere se quanto su esposto non è allarmante e che tranquillamente posso aspettare l ecocardiogramma del 3 mese, oppure è necessario che intervenga prima e meglio per risolvere o scongiurare l'eventuale problema qualora ce ne fosse bisogno.
Grazie per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile signora, innanzitutto il DIA non ha reperti auscultatori, e per seconda cosa piccoli difetti del setto interventeicolare tendono a chiudersi nelle,settimane dopo la nascita quando interessano la,parte muscolare.
Che poi con lo,sviluppo il DIA rimanga o meno è impossibile prevederlo.
Smetta di preoccuparsi.
Tenga sempre presente che fino a 10-20 anni fa non c'erano gli ecografo moderni di oggi e non. C'era neppure la,fissazione di genitori e pediatri per sottoporre una creatura appena nata ad esami.
Si mettevano al mondo i figli, i quali campavano meglio dimquellimdi oggi.
Oggi si fanno esami al feto ancor prima della,nascita.....
Si medicalizza tutto e non ci si gode più nemmeno la,paternità e la paternità
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta immediata e per il suo tranquillizzarmi facendomi capire che la cosa non è preoccupante.
Ha ragione che è tutto medicalizzato oggi, ne sono consapevole ed è anche vero che in virtù di questa informatizzazione è facile allarmarsi e cadere nel panico.
Purtroppo le parlo da neo mamma e per questo a volte la mente può essere sopraffatta dal cuore.
Grazie ancora e spero che tutto si chiuda in meglio.