Utente 382XXX
Buongiorno dottore,
Io e mio marito stiamo cercando una gravidanza da 1 anno circa, dopo vari controlli dallo spermiogramma si rileva l'assenza di spermatozoi.
Considerato il volume ridotto del campione la dottoressa che ha effettuato l'analisi ci ha consigliato di fare un ecografia transrettale ma risulta tutto nella norma.
vi riporto il risultato dell'analisi del liquido seminale:
volume:0,7ml
ph:8.0
colore:grigio opalescente
viscosità:normale
esame batteriospopico:alcuni leucociti 1-2p.c.m.
staffilicocchi, streptococchi, enterobatteri, gardnerella, miceti:negativa
ricerca micoplasmi: negativa

referto ecografia transrettale:
prostata di volume nella norma 32,4cc
morfologia regolare, ecostruttura sui genesis con evidenza di due nuclei calcifici periuretali delle dimensioni massime di mm 3,5 circa.
non si apprezzano patologie focali periferiche.capsula senza apprezzabili soluzioni di continuità.
vi volevo chiedere 2 cose:
-è possibile che ci sia un ostruzione che impedisce il passaggio degli spermatozoi?
-se si può essere risolto il problema?

vi ringrazio di cuore spero di essere stata chiara e dettagliata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carmine Di Palma
24% attività
4% attualità
12% socialità
CIMITILE (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Gentile utente, le cause di azoospermia sono molteplici e si possono dividere essenzialmente nei 2 grossi gruppi: ostruttiva e secretiva, fatta eccezione per le forme idiopatiche. Prima ancora dell'ecografia transrettale, che rappresenta un esame di secondo livello, è fondamentale la visita specialistica per valutare gli organi genitali e la valutazione degli esami ematochimici di routine e dell'assetto ormonale. Si rivolga ad un collega urologo o andrologo per la corretta gestione del suo problema. Cordialitá.
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettrice,
per capire di più bisognerebbe:
-avere a disposizione uno spermiogramma con valutazione del sedimento dopo centrifugazione,
-conoscere i valori ormonali (FSH ed altri) di suo marito;
-conoscere i volumi testicolari,
-avere a disposizione i risultati di test genetici,
... ma prima di tutto, come detto dal Collega che mi ha preceduto, suo marito dovrebbe sottoporsi ad una valutazione andrologica diretta.
[#3] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Gentili Dottori Vi ringrazio per le vostre risposte.
siamo stati dall'urologo che ha effettuato la visita ed ecocolordoppler testicolare.
vi riporto il referto:
ECOCOLORDOPPLER TESTICOLARE
- Normale spessore delle borse scrotali. modesto idrocele bilaterale, testicoli in sede, di forma regolare, volume normale ed ecostruttura regolare , senza immagini di lesioni focali.
lungo il plesso pampiniforme di sinistra si reperta una modesta ectasia con reflusso peritesticolare evidenziabile dopo manovra di valsalva (sec. classific. di Sarteschi varicocele di 3° grado).
ECOTOMOGRAFIA VESCICALE E PROSTATICA SOVRAPUBICA
- Vescica distesa, esente da apprezzabili patologie parietali ed endoluminali. la prostata appare simmetrica, con normale morfovolumetria e con ecostruttura disomogenea per la presenza di grossolane calcificazioni periuretrali. il residuo vescicale valutato dopo minizione spontanea è di circa cc48.

L'urologo ci ha spiegato che le calcificazioni che si osservano sono dovute a prostatiti asintomatiche visto che mio marito non ha mai avuto fastidi di qualche genere e ha prescritto una terapia antibiotica con CIPROXIN 500, 1 al dì per 15 giorni e TOPSTEX 1 supposta alla sera per 10 giorni. alla fine della terapia deve ripetere lo spermiogramma e fare le analisi per fsh, lh, prolattina e testosterone.
in attesa dello spermiogramma e delle analisi ormonali vi chiedo se è possibile che una prostatite non curata può portare ad azoospermia?
Volevo dire al Dottor Pescatori che nel referto dello spermiogramma non c'è scritto se il campione è stato centrifugato, c'è scritto solo valori di riferimento WHO 2010.
Volevo aggiungere un altro particolare: Circa 2 anni fa mio marito è stato operato di calcoli renali (per essere precisa sulla cartella clinica c'è scritto calcolo dell'uretere lombare destro con idronefrosi secondaria) con tecnica del ureterolitotrissia endoscopica con energia laser, da quel momento abbiamo notato un cambiamento nella quantità colore e consistenza del liquido seminale, in particolare, prima dell'intervento il liquido seminale al momento dell'emissione era denso e filamentoso adesso la quantità è minore e la consistenza è molto liquida, come fosse acqua. può essere che l'intervento abbia causato qualche danno? questo particolare l'abbiamo notato fin da subito ma non pensavamo potesse influenzare la fertilità finchè non abbiamo cominciato con i controlli.voi cosa ne pensate, può essere solo una coincidenza?
mi scuso per essermi dilungata molto e vi ringrazio per la vostra disponibilità.
Buona giornata

[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettrice,
se nel referto dello spermiogramma non c'è scritto se il campione è stato centrifugato, vuol dire che non è stato centrifugato. andrebbe ripetuto, possibilmente in laboratorio qualificato, anche per verificare il volume eiaculatorio.
Poco probabile che prostatite e trattamento di uretere lombare causino azoospermia.
Ci tenga informati sugli sviluppi.
[#5] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
grazie mille dottore vi informerò sui prossimi sviluppi.
[#6] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottori,
abbiamo ritirato il secondo spermiogramma che purtroppo conferma l'azoospermia anche dopo centrifugazione del campione.
in dettaglio questi sono i valori:

liquefazione entro 1 ora: si
colore: trasparente
viscosità: normale
volume: 0,5ml
ph: 8.1
numero di spermatozoi nell'eiaculato: ---

Abbiamo ritirato anche gli esami dell'fsh. lh, prolattina e testosterone:

FSH: 1,8 mUI/ml (1,7 - 12)

LH: 1,6 mUI/ml (1,1 - 7)

PROLATTINA: 7,6 ng/ml (1 - 13)

TESTOSTERONE: 1,71 ng/ml (2,27 - 10.3)

Il testosterone basso cosa significa?
Mercoledì abbiamo la visita dall'andrologo però volevo chiedere a voi un opinione per andare a visita con le idee un po più chiare.
ho letto un articolo del dottor Cavallini dove spiega che in casi di azoospermia con valori di fsh bassi associato a varicocele (che mio marito ha al testicolo sx di 3°) può essere curabile nel 30% dei casi.
secondo voi, in base a queste analisi ormonali, l'ecografia trans-rettale e l'ecocolordoppler testicolare (i referti dell'ecocolordoppler e dell'ecografia trans-rettale sono nei post precedenti) si può tentare con una cura oppure è meglio non perdere tempo e provare con un prelievo testicolare nel tentativo di cercare spermatozoi?

grazie mille



[#7] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottori,
Oggi siamo stati a visita e l'andrologo ci ha prescritto di rifare tutti gli esami ormonali in più cariotipo da metafasi linfocitarie, coltura linfociti periferici e mutazione gene fibrosi cistica. Quando gli esami saranno pronti e torneremo a visita vuole effettuare personalmente l'ecocolordoppler ed ecografia prostatica per vedere le vescicole seminali che nelle precedenti ecografie non sono state valutate e vuole ripetere lo spermiogramma.
è rimasto un po' perplesso dagli esami del sangue perché dall'esame obbiettivo i testicoli sono nella norma e sospetta in un ostruzione ma non si spiega i valori del testosterone e dell'fsh bassi e nemmeno il ph del liquido seminale a 8, per questo vuole che ripetiamo le analisi ormonali in un altro centro.
Voi siete d'accordo con questa valutazione?
comunque per gli esami genetici ha detto che ci vuole un pò di tempo quindi nei prossimi mesi vi terrò aggiornati se volete.
grazie mille per la vostra disponibilità.