Utente 370XXX
Gentilissimi dottori, mi scuso per ricorrere sempre a questo sito per dubbi e perplessità ma le risposte ottenute sono sempre state chiare, esaurienti e non mi hanno mai fatto trovare "male".

Approfitto per chiedere una cosa che forse non riguarda solo me.
Chiedo spiegazioni in merito alla durata d' azione del Cialis (20 mg).
Lo uso da poco tempo per una disfunzione erettile e mi sono trovato benissimo.
Quello che voglio sapere è:
Ma davvero la sua efficacia è di 36 ore come si legge su vari siti oppure alla fine è una bufala?
Capisco che forse 36 ore è esagerato ma almeno 24 ore d' azione ci sono?
Su un precedente consulto in questa pagine lessi della durata d' emivita del farmaco di circa 17 ore.
Se dura 17 ore come può avere effetti per quasi il doppio? significa che dopo 17 ore in corpo ho un dosaggio da 10 mg? (presupponendo che ne abbia presa una da 20).
Esistono fattori che ne influenzano la durata d' azione?
Ringrazio chiunque mi risponderà.
Ho notato molta confusione su questo tema tra le varie persone che (ahinoi) utilizzano questo farmaco e mi piacerebbe capire una volta per tutte dove inizia il mito e dove si ferma la verità scientifica.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
i pazienti cui ho consigliato il farmaco documentatno una durata che raggiunge tranquillamente le 36 ore ( chiaramente nei soggetti responder )

l'emivita è tra le 15/20 ore

un eccesso di catecolamine circolanti può inibire l'effetto