Utente 382XXX
Buonasera,
sono un chitarrista e da circa 20 gg. ho subito una decompressione al gomito del nervo ulnare....il problema che lamentavo era un ritardo nella articolazione (velocità) dell' anulare e mignolo sx....ad oggi il problema persiste....chiedo è normale perchè il nervo compresso ha bisogno di un recuperare...se si quanto tempo normalmente richiede...o dovrei avere già miglioramenti...grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

si, puo' essere normale, ma tutto dipende dal livello del danno neurologico prima della decompressione chirurgica.

Buona notte.
[#2] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Preg.mo dott. Giorgio Leccese,
innanzitutto grazie per aver risposto celermente alle mie domande. Vorrei aggiungerLe che non mi è stato riscontrato alcun danno neurologico in quanto grazie alla chitarra ho lamentato in fase iniziale il problema. Detto ciò è comunque possibile che a distanza di gg. 20 il problema persiste?...posso stare tranquillo? il nervo anche se non legionari ha bisogno di "rivitalizzarsi"...quanto ritiene debba aspettare per un concreto miglioramento?.
Grazie
[#3] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Errata corrige: legionari - danneggiato
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non ci sono tempi di recupero uguali per tutti, specie se e' coinvolta la componente motoria, come nel suo caso.

Faccia la terapia con integratori neurotrofici per almeno un mese e poi si vedra' il da farsi.
[#5] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dott. Giorgio Leccese,
per la terapia consigliata quale farmaco neutrofico ritiene debba assumere?
avendo precedentemente utilizzato il benexol b12 (2 cp al dì per 15 gg.) posso procedere con lo stesso farmaco per un mese (2 cp al dì) o ritiene debba assumere un farmaco diverso?.
Grazie.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non posso consigliarle farmaci nè integratori.

Posso solo dirle che servono le vitamine del gruppo B, la E, l'acido alfa-lipoico e l'L-acetilcarnitina.
[#7] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dott. Giorgio Leccese,

in questi giorni ho notato che la difficoltà maggiore nell'articolazione dell'anulare ed il mignolo sulla tastiera della chitarra avviene quando anche l'indice poggia sul manico.....potrebbe quest'ultimo vincolare le altre due dita nel movimento (magari se vi è infiammazione o altro nella mano) o sono indipendenti tra loro?..potrei fare qualche esame specifico per constatare la reale situazione?....forse devo solo aspettare il decorso post-operatorio essendo quanto descritto normale....purtroppo è da luglio 2014 che ogni mattina mi sveglio con la speranza di poter continuare a fare quello che ho sempre desiderato, non è il mio lavoro ma è come se lo fosse.

In attesa che tutto vada per il meglio Le invio un sincero grazie per la Sua disponibilità.
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Al momento deve solo attendere con pazienza.
[#9] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Grazie e a presto....con buone notizie.
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
OK.
[#11] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Preg.mo dott. Giorgio Leccese,
da circa 8 gg. sto assumendo le vitamine del gruppo B, la E, l'acido alfa-lipoico e l'L-acetilcarnitina, come consigliatomi.

Le invio i seguenti risultati avuti proma dell'intervento di sola decompressione:

Esame ecografico
L'esame viene condotto mediante sonda lineare con frequenza 12-18MHz.
Si studia il nervo ulnare sx nel suo tratto terzo medio braccio, polso. Il nervo braccio e avambraccio appare di ecostruttura e dimensioni nella norma. Alla doccia epitrocleoecranica il nervo appare di volume aumentato e ipoecogeno (massima cross sectional area 10 mm, v.n. < 7.5mm), con una tendenza alla sublussazione durante la flessione estrema. Nella norma il nervo mediano al polso (9mm).

Neurografia Motoria
n. ulnare tratto sovra-sottodoccia: 38 m/sec R.M. 11mV
sottodoccia-polso: 52m/sec R.M. 12mV
polso-ipotenar: 3.4 msec R.M. 12mV

Neurografia sensitiva

n. ulnare sx: tratto V dito-polso 48 m/sec SAP 13 uV.

Se possibile vorrei sapere se dai risultati è significativo il rallentamento dell'anulare e mignolo, quanto dovrebbe essere di norma il valore della conduzione motoria (per questo ho avuto difficoltà con la chitarra?), se l'ispessimento è di notevole importanza, se il recupero avverrà comunque (anche se ad oggi non avverto miglioramenti) e se bisogna aiutare il nervo con farmaci adatti a far rientrare anche l'ispessimento.

Mi perdoni per la quantità di domande, sicuramente stupide, ma la speranza di tornare allo strumento è per me importante.

Grazie
[#12] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La struttura del nervo alla doccia e.o. risulta non normale, certamente per una situazione preesistente alla decompressione chirurgica, non successiva.

Del resto 20 giorni sono un periodo molto breve per il nervo ulnare: deve avere pazienza e continuare con gli integratori neurotrofici.
[#13] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Grazie.
[#14] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#15] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Preg.mo dott.,

i farmaci che sto assumendo da 13 gg. sono Alanerv e Carnidyn plus...vorrei chiederLe se vanno bene o devo sostituirli con altri (in questo caso mi può inviare la Sua e-mail per avere un contatto privato).
Avendomi consigliato la cura per 30 gg., considerato che le confezioni contengono 20 dosi, ritiene possa consumare anche le altre 10 che dovrebbero rimanere dall'acquisto delle nuove confezioni o assumere oltre 30 gg. potrebbero farmi male?.

Grazie
[#16] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Vanno bene.

Sono integratori, non fanno male, anzi...
[#17] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Grazie.
[#18] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#19] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera dott. Leccese,
a distanza di 4 mesi dall'intervento di decompressione del nervo ulnare al gomito con costante assunzione di farmaci (1 comp. di alanerv e1 bustina di Carnidyn plus al dì) ad oggi non ho avuto nessun miglioramento con lo strumento...le dita anulare e mignolo rimangono sempre incollati sulla tastiera e la sensazione di sentirle legati con indice e medio è forte....non so cosa pensare...è ancora normale...cosa devo fare?...esiste un modo per capire se il nervo ha iniziato a rigenerarsi e fino a dove...grazie in anticipo.
[#20] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Dovrebbe eseguire una nuova EMG.
[#21] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera dott. Leccese,
purtroppo il problema alle dita della mano sinistra non è scomparso.
Oggi mi ritrovo con una forte debolezza alla mano...le dita poggiate sulla tastiera della chitarra tremano alla minima pressione ed in particolare anulare e mignolo sono molto legati tra loro condizionandosi reciprocamente nel movimento oltre, alla assenza di forza nell'estensione.
A seguito dell'intervento al nervo ulnare di decompressione al gomito effettuato in data 22.05.2015 ho effettuato i seguenti esami:

RMN Colonna - sequenze di acquisizione : Spin Echo T1w sul piano sagittale, WFS T2 sul piano assiale.

Non si rilevano aree di alterato segnale di tipo focale a carico dei metameri in esame.

Canale vertebrale di normale ampiezza.

I dischi intersomatici del tratto esplorato presentano spessore regolare e segnale fisiologicamente iperintenso in T2.

A livello C3-C4 protusione discale mediana e paramediana destra con impronta sullo spazio subaracnoideo anteriore.

A llivello C4-C5 ernia discale paramediana sinistra, che comprime lo spazio subracnoideo anteriore.

Assenza di significative impronte estrinseche sugli altri spazi subracnoidei perimidollari.

Il midollo nel tratto in esame presenta volume regolare e segnale omogeneo.

Motor NCS
nervo latency m/s Amp. 2/4 mV Dur.1/5 vel. m/s

S Median
polso 2,92 13,4 14,01
gomito 7,19 13,4 13,18 60,9

S Ulnar
polso 2,14 16,2 6,30
gomito 7,50 15,0 18,44 50,3
sopragomito 9,27 12,8 18,02 50,8

S Radial
sottogomito 1,61 5,4 13,91
sopragomito 4,90 6,0 15,47 82,3

Sensory NCS

rec. site latency m/s peak Amp. uV distance. cm vel. m/s

Median III dito
polso 2,50 41,7 13,50 54,0

S Ulnar V dito
polso 2,24 35,0 12,50 55,8

S Radial I dito
polso 1,35 28,7 9 66,5

Spero che gli esami possano dare una risposta al mio problema o eventualmente iniziare il giusto percorso per la cura necessaria.
Grazie per la Sua immensa disponibilità.



[#22] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Cosa ne pensa l'elettromiografista confrontando l'ultimo esame con i precedenti?
[#23] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
La neurologa che mi ha visitato e fatto l'elettromiografia ha detto che il nervo ora sta bene e di rivolgermi ad un chirurgo della mano per valutare il resto degli esami (RMN cervicale) e delle difficoltà che ancora riscontro.

Mi chiedo:
1) l'ernia c4-c5 e la protusione C3-C4 riscontrate nella RMN possono portarmi alla debolezza dei muscoli della mano ( mi tremano le dita appena provo a premere le corde), in particolare anulare e mignolo?

2) è possibile che il nervo "riparato" ancora non ha raggiunto i muscoli della mano e pertanto questi sono ancora atrofizzati?

3) che cosa mi consiglia di fare?

Grazie
[#24] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il tempo intercorso (4 mesi) dovrebbe essere sufficiente per percorrere il tragitto gomito-mano.

Se i muscoli intrinseci avevano ormai subìto danni, non sono in grado di dirlo.

Stessa cosa la valutazione di un eventuale problema cervicale: mi avvarrei soprattutto di una valutazione neurochirurgica.
[#25] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
se i muscoli intrinseci hanno subito danni significa che non posso più recuparare?
[#26] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il danno muscolare può essere reversibile o irreversibile (o solo parzialmente reversibile): tutto dipende dal tempo intercorso dalla denervazione funzionale delle placche motrici, cioè le "congiunzioni" sinaptiche tra fibra nervosa motrice e fibra muscolare.

[#27] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dott. Leccese,
innanzitutto grazie per la sua disponibilità.
Vorrei sapere se c'è un modo per capire quali muscoli hanno subito danni e se sono reversibili o viceversa.
Grazie
[#28] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
E' possibile solo con un'accurata EMG.
[#29] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Grazie.
[#30] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#31] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
che tipo di accurata EMG devo fare per capire quali muscoli hanno subito danni e se sono reversibili o viceversa.; quella appena fatta non è sufficiente? vorrei mandarLe una foto per vedere la posizione attuale del mignolo..se possibile come devo fare?
Infinitamente grazie.
[#32] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Sono cose che deve valutare il neurologo.
[#33] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
ok...grazie.
[#34] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Nulla.
[#35] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera Dr. Leccese,
da un ultima visita effettuata mi è stato riscontrata una epicondilite ed una epitrocleite con infiammazione dei muscoli dell'avambraccio.

Le mie dita al minimo movimento sia in flessione che in estensione iniziano a tremare con assenza di forza, oltre ad un senso di attrito nel palmo e dorso della mano (senzazione di inadeguatezza). Un lieve tremore delle dita è presente anche in posizione rilassata sulla tastiera della chitarra.

Non ci capisco più nulla...,

Quanto diagnosticato può portare alle difficoltà lamentate?

Quali esami posso fare per sapere se i tendini, le guaine ed i muscoli sono infiammati?

E' possibile che i tendini della mano siano infiammati senza comprimere il nervo mediano e pertanto non si rileva il Tunnel Carpale?

Grazie
[#36] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il tremore non è collegato all'epicondilite o all'epitrocleite.

Potrebbe essere su base ansiosa.

Basterebbe una buona ecografia per rispondere alla sua domanda.
[#37] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Provvederò a farla.
Grazie
[#38] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#39] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera dott. Leccese,
ho provveduto qualche giorno fa a sottopormi a RMN muscoloscheletrica polso sx.

Risultato:
Esame eseguito mediante sequenza SE T1- SE T2 e GE STIR.

Segni di tenosinovite a carico dei tendini estensore breve ed abduttore lungo del pollice.

Non evidenti definite lesioni scheletriche.

Modica reazione sinoviale radio-carpica, radio-ulnare distale ed intercarpica.

Nei limiti risolutivi della metodica a "basso campo", sembra apprezzarsi un lieve aumento dell'intensità di segnale del nervo mediano.

Ho da qualche giorno un rigonfiamento sul polso (lato palmo) altezza pollice con altalenanti dolori in alcuni movimenti oltre, le difficoltà già in precedenza lamentate.

Cosa devo fare?....grazie per la Sua immensa pazienza e soprattutto disponibilità.

[#40] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Da quanto scrive sembra ci sia una malattia di De Quervain al polso.

[#41] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dott. Leccese,

credo sia esattamente quando da Lei indicato.
Cosa devo fare?
[#42] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Dipende...se il dolore al polso dura da meno di 2 mesi, potrebbe fare una terapia fisica (laser, ultrasuoni, tecar, ecc.) o una infiltrazione locale (molto più efficace e duratura).

Se il dolore dura da più di 3 mesi, probabilmente l'unica terapia definitiva è l'intervento (apertura della puleggia dei tendini ALP ed EBP).
[#43] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Il dolore e rigonfiamento li ho notati da circa 10 gg..
Mi sto convincendo però che il problema lamentato già da più di un anno e mezzo (rallentamento e senso di costrizione alle dita sulla tastiera della chitarra) sia stato causato proprio da questa patologia mai diagnosticata (ormai si parlava di disturbo del movimento, DISTONIA DEL MUSICISTA....potrei scrivere un libro).
Non avendo quasi mai interrotto gli esercizi (seppur eseguiti con grande difficoltà) non saprei da quanto è in atto il processo infiammatorio.
Grazie

[#44] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#45] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera dott. Leccese,

vorrei sapere se il de quervain può presentarsi senza dolori (io non ne ho) e se potrebbe causarmi un rallentamento dell'indice.

Grazie
[#46] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Assolutamente no.
[#47] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Preg.mo dott. Leccese,

ritiene che una infiltrazione al polso potrebbe essere utile per capire se il problema lamentato è solo una infiammazione ai tendini?...potrebbe viceversa crearmi ulteriori danni?

E' possibile sottopormi a visita presso il Suo studio ( struttura a me più vicina)...io abito a Salerno...come devo procedere in caso affermativo?, grazie.

[#48] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Danni assolutamente no, ma non ha senso fare un'infiltrazione se non ha dolore.

Posso vederla, se vuole: 339.8514314
[#49] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Domani in giornata provvederò a contattarla...in ogni caso vorrei sapere se oltre alle due elettromiografie (pareri contrastanti) e rmn in mio possesso devo fare anche una ecografia prima di venire da Lei...eventualmente mi può indicare precisamente l'esame...grazie.
[#50] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Direi che quello che ha fatto è sufficiente.