Utente 308XXX
buongiorno,

vi scrivo perche sono abbastanza disperata. Ho 34 anni, da un mese due ginocchia gonfie.. dopo alcuni esami e' emerso che ho un'infezione da yersinia (yersinia eterocolitica e pseudotuerculosis). Presento gli anticorpi igg e iga positivi.Mi hanno dato 3 settimane di antibiotici. Le ginocchia hanno avuto un leggero miglioramento ma non sono ancora guarite. Si tratta di un'artite reattiva. Ora mi hanno anche fatt un esame delle feci, ma non e' emerso nulla, il batterio non e' piu presente. Gli anticorpi non sono pero' scesi nonostante la cura antibiotica. Il consiglio dei dottori e' attendere due mesi e vedere se il valore iga scende o no.. ora io mi chiedo.. ma questa infezione e'acuta? gli iga indica un'infezione recente giusto? cosa mi consigliate di fare? altri antibiotici visto che il valore non e' sceso? in inernet leggo di persone che fanno una cura antibiotica per tre mesi.. non so piu a chi rivolgermi.. cosa devo fare per l artrite reattiva? cortisone? grazie infinte per il consulto. Attendo ardentemente una risposta.

Cordiali saluti e grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giulio Iasonna
32% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Gent.le sig.ra
Le IgA sono anticorpi persistenti, quelli della fase acuta sono le IgM e, se presenti, ci danno una idea se l'infezione è recente o meno, la persistenza delle IgG ed IgA specifiche sono anche della malattia in atto cronicizzante. Le IgG persisteranno anche dopo la garigione per l'immunità acquisita. Ma a prescindere da ciò il suo problema attuale è la complicanza artritica che potrebbe essere causata da una infezione localizzata, cioè un focolaio infetto, ed in tal caso la terapia antibiotica a lungo termine è indispensabile, oppure potrebbe essere realmente una manifestazione reattiva immune ed in tal caso è da trattare con cortisonici. Putroppo la diagnosi differenziale è clinica, sulla scorta degli esami di laboratorio; questi dovrebbero indirizzare verso l'una o l'altra delle ipotesi. Purtroppo non posso esserle utile senza nemmeno i referti clinici recenti.
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottore,

grazie infinite per la sua risposta!

allora, le igm non me le hanno testate detto sinceramente, so solo che igg e iga sono positivi.. in piu mi hanno testato anche le feci per verificare se ci fosse ancora il batterio ma quello e' negativo.. ... mi hanno fatto prendere gli antibiotici specifici per tre settimane e mi hanno detto che mi controlleranno igg e iga tra due mesi per vedere se sono scesi o no. ... come si fa a capire se c'è' un focolaio infetto? ci sono altri esami specifici che potrei fare? per favore mi dia un consiglio.. a distanza di 2 mesi il ginocchio sinistro e' sempre dolorante ma quello destro fa un po meno male.. come si fa a capire se si tratta di una reazione immunologica o se e' invece un focolaio attivo?

la ringrazio davvero molto per l'aiuto.. se lo desidera le posso inviare gli esami in privato


cari saluti!
[#3] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Salve dottore.. ancora una domanda.. in caso di cronicizzazione, cosa dovrei fare? come posso curarla?
cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Salve dottore, scusi se la disturbo, ma a distaza di tempo la situazione delle mie ginocchia non sta migliorando... potrebbe gentilmente dirmi come posso verificare se esiste ancora un focolaio attivo di yersinie? i dottori sono molto confusi.. alcuni mi dicono che le iga e le igg restano per molto tempo positivi.. altri mi dicono che le iga devono scendere.. cosa devo fare per capire se la cosa sta diventando cronica? la ringrazio davvero tanto per la sua attenzione! cordiali saluti