Utente 383XXX
Buongiorno.
A marzo avverto gravi fastidi al glande durante i rapporti orali, difficoltà erettive, erezione stessa che non mantiene più di qualche secondo. Insomma totale impotenza. Effettuo spermiocultura che risulta positiva ad Escherichia Coli. Curata nel giro di due mesi prima con ciproxin 1000, poi rimossa definitvamente con siringhe di penicillina. Ma i problemi sessuali persistevano così ho fatto un'ecografia transrettale. Ecco il referto:
Diametro cranio caudale 34mm
Diametro antero-posteriore 33mm
Diametro latero-laterale 40mm
Peso 15gr volume 20cc

Ecostruttura ghiandolare omogenea, presenza di calcificazioni periuretrali, plessi prostatici dilatati, zona periferica priva di aree ipoecogene, echi capsulari integri, vescichette seminali dilatate.
Segni di congestione prostato vescicolare.
Terapia prescritta topster supposte 10 gg al mese per 2 cicli.
Sono a metà terapia e non avverto alcun miglioramento. Non riesco ad avere rapporti sessuali neanche grazie all'ausilio del levitra 10mg. Avverto forti fitte al retto quando il glande è a contatto con le labbra, anche se uso anestetico locale, le erezioni complete durano pochi secondi quindi rapporti completi sono impensabili. Sono diventato impotente e mi sento distrutto ed oltre a rovinare la mia vita di coppia questa cosa mi sta portando alla depressione. I medici sembrano non preoccuparsi minimamente. Aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non ci dice se sia stata posta una diagnosi andrologica a 360 gradi,con ecodoppler penieno e dosaggi ormonali.Ho la sensazione che,aldilà delle implicazioni psicologiche,la problematica espressa sia stata affrontata solo parzialmente .Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta. Provvederò ad effettuare l'ecodoppler il prima possibile. Ho fatto esami vari di testosterone etc, e risultano tutti abbondantemente nella norma. Ciò che mi chiedo è se lo stato infiammatorio della prostata che si evince dall'ecografia, giustifica da solo i miei disturbi.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...potrebbe essere una causa ma anche un effetto del disagio sessuale...Cordialità.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega Izzo, che mi ha preceduto, se comunque desidera avere altre notizie su tali problematiche urologiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche queste mie news:

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/2552/Erezione-difficile-e-problemi-alla-prostata ,

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/2382/Prostata-ed-erezione-quale-legame .

http://www.medicitalia.it/news/andrologia/4615-calcificazioni-infiammazioni-prostata-deficit-erettivi.html

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
Dopo primo ciclo di topster non migliorano i sintomi erettivi. Si alleggerisce il dolore testicolare ma resta sempre una disgraziata impotenza che mi sta distruggendo. Effettuo tampone uretrale che risulta nuovamente positivo all'escherichia coli, 400.000cfu. L'andrologo cerca di rassicurarmi ma non nasconde d'essere sorpreso di come sia danneggiata la mia prostata alla mia età. Ho paura di essere irrimediabilmente impotente e di non riuscire a sconfiggere questo batterio. È possibile che la flogosi cronica contamini perennemente la prostata? Intanto ho iniziato un ciclo di 7 giorni di rocefin fiale. Assieme ad altre 10 supposte di topster e flaminase 3 volte al di per cercare di migliorare il dolore durante i rapporti. Ma al momento resto a pezzi, anche col levitra che è totalmente inefficace perché i dolori a glande e retto sono più forti del bisogno. Inutile dire che questa cosa mi sta distruggendo.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Coraggio, non si abbatta inutilmente e segua ora le indicazioni ricevute dal suo urologo di riferimento.

Un cordiale saluto.