Utente 366XXX
Buongiorno,
È da ormai qualche giorno che ho un continuo dolore/bruciore alla parta destra della schiena, ad altezza reni.
La cosa che non capisco è che da Sabato, ogni giorno, ho male a un lato diverso (domenica a sinistra, lunedì a destra, martedì a sinistra e oggi a destra). Quando il dolore è nella parte destra, parte dai reni e arriva fino ad altezza anca e all'inguine. Oggi sono andato In Pronto Soccorso, mi hanno fatto esame del sangue e delle urine e mi hanno detto che è tutto perfetto e mi hanno escluso appendicite (cosa che sospettavo) e calcoli renali. Che cosa potrebbe essere?

Grazie in anticipo per la risposta!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
le caratteristiche del dolore renale sono abbastanza tipiche, nella stragrande maggioranza di casi si manifesta più o meno continuiativamente, ma sempre dallo stesso lato. Questa presentazione bilaterale e "migrante" ci pare molto poco sugegstiva. In quete situazioni la semplice visita diretta può quasi sempre indurre ad una corretta interpretazione, non stentiamo a credere che i nostri Colleghi abbiano escluso l'origine renale. Spesso questi dolori lombari irrradiati hanno un'origine di tipo ortopedico, a partenda dretta od indiretta dalla colonna vertebrale. Esclusa dunque la componente urologica (come almeno parrebbe), l'ulteriore passo potrebbe dunque portare ad una valutazione ortopedico/fisiatrica.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risposta!
Oggi invece bruciore dall'inguine al pavimento pelvico (a destra) il tutto accompagnato da feci molli.
Il medico mi ha consigliato un miorilassante e un antidolorifico, ma per ora non fanno molto effetto.
Che controlli potrei fare, se la cosa non si risolvesse in tempi brevi?
[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
I sintomi vaghi e migranti sono sempre difficili da intepretare e non si deve pretendere che abbiano per forza tutti una causa comune. Parimenti non esistono accertamenti che possano a priori ritenersi utili o particolarmente chiarificatori. La chiave interpretativa migliore a nostro parere resta sempre la visita diretta e ripetuta anche in tempi successivi per cogliere le eventuali variazioni che si sono progressivamente instaurate. In base a queste visite si inizierà a delineare quale possa essere un ragionevole percorso diagnostico.
[#4] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Lunedì dovrei fare l'ecografia. Potrebbe trattarsi di ernia? Se sì, bisognerebbe intervenire subito o si può aspettare?
[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Un'ernia addominale è ben difficile che sia causa dei fastidi in zona lombare che lei ci riferisce ... d'ogni modo le indicazioni ad un intervento sollecito sussistono solo in caso di complicazioni evidenti in atto (strozzamento, intasamento, eccetera ...)