Utente 382XXX
Buonasera, ho una bimba di 3 mesi che non ho ancora fatto vaccinare perché sia io che mio marito pensiamo che a 5 mesi sia più preparata a livello immunitario a ricevere l'iniezione. Ora, alla luce di questo, abbiamo avuto un colloquio con la dottoressa che effettuerà la vaccinazione e ci ha detto che il rischio di poliomielite in Italia sta tornando, che la bimba non potrà fare il bagno al mare a causa del tetano e che è molto rischioso anche per epatite bed emofilo. Ciò che ci interessa sapere è se un ritardo di 3 mesi nella vaccinazione può essere così pericoloso o se possiamo proseguire con le dovute precauzioni e vaccinare tranquillamente nostra figlia a 5 mesi? Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato
28% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Tenga presente che molte malattie ,scomparse da tempo, stanno ritornando.In molti casi l'unica protezione valida è la vaccinazione. Se sua figlia si prende una poliomielite oppure un tetano oppure una difterite od un 'epatite b , ammesso che si salvi,pensa che la ringrazierà in futuro? Utilizzate questa opportunità finché lo stato con la esse minuscola ve la fornisce gratis ( poi gratis non è visto che è pagata dai contribuenti ).
La saluto cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Mi scusi, ma non ho detto che non vaccinero' mia figlia, ma soltanto che lo farò a 5 mesi anziché a 2.
la domanda era: ci possono esser problemi per un ritardo di 3 mesi?
La ringrazio per la risposta
[#3] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato
28% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Dal punto di vista del funzionamento del vaccino non cambia niente. Nel frattempo , però , non c'è copertura,tutto lì.
Cordiali saluti.