Utente 383XXX
Buongiorno, io e mia moglie (32 anni) stiamo provando ad avere un figlio da più di 2 anni. Siamo già al 3° tentativo di IUI.
Questi sono i parametri dell'ultimo spermiogramma: gg astinenza 5, volume 4 mL, ph 7,9, numero sp. 41x10^6/mL, num. totale 164x10^6/mL, rapidamente progressivi dopo 1 ora 18%, e mobili totali 25%. Post capacitazione con tecnica swim up N. sp. 15x10^6/mL, spermatozoi mobili 98%.
Dalle analisi ormonali ho un LH di 1,5 mUI/ml FSH 2,8 mUi/mL TESTOSTERONE LIBERO 28 pmol/L. Da ecocolordoppler sull'emiscroto sx risulta: lievi ectasie del plesso pampiniforme con reflussi evidenziabili durante la manovra valsalva in ortostatismo che interessano in parte la regione peritesticolare:quadro eco compatibile con varicocele II grado.
Per aumentare la motilità prendo un integratore (Genadis) e 20 gg prima dell'inseminazione una compressa/die di Deltacortene 5g, su consiglio del mio andrologo.
Ho già fatto spermiocoltura e analisi urine ma tutto risulta nella norma.
Mia moglie non ha nessun tipo di problematica;
la mia domanda è la seguente: il ns centro PMA vorrebbe che tentassimo il 4° tentativo di IUI...secondo lei è comunque inutile ed è meglio passare direttamente alla FIVET con tecnica ICSI? Grato della vs cortese risposta, porgo distinti saluti. F.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che,dopo 3 tentativi di IUI falliti,pensare ad una ICSI o ad una FIVET,sia doveroso.Comunque,va da se che la decisione finale spetti al ginecologo ed all'andrologo di riferimento.Cordialità
[#2] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dott. Izzo, grazie per la sua risposta immediata. Il ginecologo consiglia di tentare con il 4° tentativo IUI e poi, dopo l'estate, di programmare la ICSI.
L'andrologo è d'accordo anche se pensa che i valori dello spermiogramma, a seguito dell'assunzione dei farmaci/integratori sopra riportati, non sia male nemmeno per una fecondazione naturale...cosa che però non è mai avvenuta.
Un'ultima domanda: secondo lei i valori spermiogramma e ormonali come sono?
Ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il tempo trascorso alla ricerca di un figlio,l'eta' matura e,soprattutto,l'iter iniziato per giungere alla fecondazione assistita,hanno ispiratole mie conclusioni.Gli spermiogrammi risultano esseresignificativamente diversi fra di loro,comunque potenzialmente fecondi.I dosaggi ormonali sono normali.Conosce il grupposanguigno?
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

il suo liquido seminale sembra possedere parametri compatibili con una buona capacità fecondante se avete rapporti frequenti,
Personalmente credo che insistere con la IUI non sia una soluzione condivisibile e consiglierei di passare direttamente alla ICSI che offre risultati migliori
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dott. Izzo, cosa intende con "spermiogrammi diversi tra loro"? Ho fornito solo i
dati dell'ultima analisi sul liquido eseguita presso il centro pma alla quale ci siamo affidati...il mio gruppo sanguigno è B + mentre quello di mia moglie 0 +. Spero di ricordare bene i fattori perché non ho con me copia delle analisi (!!!). Può influire anche questo! ? Ringrazio anche il Dott. Pozza per l'immediata risposta ed il consiglio.
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...significa che la possibilita' di fecondare e' realistica sia in condizioni naturali che medicalmente assistite.Il limite e' dato dalla eta' e dal fallimentodelle IUI precedenti.Cordialita'