Utente 202XXX
Buonasera. Ho bisogno di info sul mio problema di mantenimento rigidità peniena durante l'atto sessuale. L'operazione di prostatectomia radicale subita 4 anni fa è ormai un ricordo e ho normali rapporti sessuali anche senza cialis o simili. La differenza sostanziale da prima è costituita fondamentalmente da una più lenta risposta (prima immediata sin dal primo bacio), e da una turgidità che và e viene ma non è più costante e prolungata come prima. Può questo dipendere da una non sufficiente chiusura (mi scuso se non uso termini appropriati) della "valvola" che chiude e trattiene il sangue affluito ai corpi cavernosi? E se cosi fosse, come posso aiutarmi o verificarlo? Nel momento prima della finta eiaculazione è tutto regolare e la turgidità è al max.
Grazie in anticipo x la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quello che ci riferisce potrebbe anche essere legato a problemi "venosi" ma questo tipo di problematiche sono ancora dibattute in campo andrologico; sicuramente l'intervento subito fa il suo giuco negativo.

Risenta ora il suo urologo od andrologo di riferimento e con lui studi le eventuali prospettive terapeutiche da seguire.

Infine, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questi temi, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/231-farmaci-interventi-possono-danneggiare-sessualita-maschile.html

Un cordiale saluto.