Utente 383XXX
Buongiorno!
dopo mesi di dolori durante il ciclo, mi hanno diagnosticato endometriosi profonda vescica (un nodulo di 1,5 cm) e intestinale.
il ginecologo mi ha prima fatto fare un eco tv-doppler dove appunto hanno evidenziato quanto sopra.. io pensavo bastasse questo per la diagnosi finale, invece mi ha detto di fare una entero uro-tac.
sono stata dal mio medico curante per fargli firmare i moduli che allegano per fare le tac e mi ha detto che prima dovevo fare degli esami ma che comunque la tac è un esame molto pesante.. se era così necessario visto che la patologia era ben chiara anche solo dall'ecografia.. ecco.. io ora ho comunque spostato la tac che avevo a giorni e ho paura di farla.. visto che il medico mi ha messo paura parlando di eventuali tumori in futuro...
Vorrei parlarne con il ginecologo chiedendogli se questa tac è così indispensabile, ma se anche mi dicesse di si io non la farei serenamente.. sono una persona fortemente ansiosa e paurosa, vivrei con la paura di eventuali tumori in futuro.. è veramente così pericolosa??
Grazie
Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
8% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Gentile utente, dai pochi dati che ci ha fornito, mi sembra che eseguire una enteroTC ed una uroTC insieme sia eccessivo e non giustificato. Probabilmente se ci fornisse ulteriori elementi (ad esempio il referto dell'esame ecografico) e qualche esame di sangue eventualmente eseguito, potrebbero emergere degli spunti in più tali da giustificare questo esame. Ad ogni modo, le sue paure non sono giustificate, nel senso che, eseguire una TC non vuol dire ammalarsi di cancro in futuro. Solo che gli esami TC vanno soppesati bene ed eseguiti quando è indispensabile farli; ma soprattutto vanno evitati quando possibile. Per esempio nel suo caso, potrebbe (e dico potrebbe, ma dovrebbe fornirci ulteriori elementi) essere giustificato eseguire un esame RM della pelvi.
[#2] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
Intanto la ringrazio per la risposta!
nel frattempo ho sentito il ginecologo, il quale mi ha detto che senza urotac non si può parlare di operabilità..
gli esami da me fatti sono stati :
ca125 con valore 16.1
ecografia tv-doppler con esito:
Indagine eseguita per via transvaginale con sonda multifrequenza.
Utero antiverso di forma e dimensioni regolati (DL66 mm; DAP 35mm; DT 44 mm) ad ecostruttura miometriale omogenea mobile a livello dello spaziono retto vaginale fisso in sede paramediana sinistra e anterolaterale destra.
Rima endometriale regolare proliferativa, misura 5 mm di spessore massimo.
ovaio destro in sede di forma e dimensioni regolati con segni funzionali, discretamente mobile e non dolente alla pressione mirata della sonda vaginale.
Ovaio sinistro dolente alla pressione di forma e dimensioni regolari con segni funzionali adeso alla parete posterolaterale sinistra dell'utero e al sigma circostante a livello del quale si evidenzia area disomogenea scarsamente vascolarizzata al power doppler dolente alla pressione mirata della sonda vaginale di 30x7 mm suggestiva per endometriosi profonda del sigma.
Nello scavo vescicouterino in prossimità del trigono vescicale in sede anterolaterale destra si evidenza area disomogenea con lacune anecogene e margini sfumati scarsamente vascolarizzata al power doppler che aggetta nel lume vescicale senza interrompere la mucosa di 15x15 mm suggestiva per endometriosi profonda vescicale.
Non versamenti pelvici liberi.
CONCLUSIONI: quadro ecografico compatibile con endometriosi profonda anteriore vescicale, endometriosi profonda posteriore del sigma e quadro adertenziale pelvico.

quando ho rivisito il ginecologo dopo questi esami mi ha anche detto che sperava si potesse vedere dalla TC anche il tratto di intestino interessato, evitandomi così, un' eventuale colonscopia...
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
8% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Bene, l'uroTC che vuole il ginecologo è una normale TC dell'addome con mdc, che non necessita di fase urografica (non c'è un dubbio sugli ureteri). L'enteroTC è tutt'altra cosa e serve per lo studio della parete intestinale. E' un esame piuttosto fastidioso, come fastidiosa è la colonscopia, con la differenza che quest'ultima fa vedere la mucosa con le fibre ottiche (mentre la TC ricostruisce un'immagine sulla scorta delle variazioni di densità dei tessuti attraversati dai raggi x, quindi è una estrapolazione matematica non immagini de visu) e non richiede somministrazione di radiazioni ionizzanti nè mezzo di contrasto organoiodato. Credo che può tranquillamente eseguire la TC e se c'è dubbio di parete, anche una "classica" colonscopia.