Utente 206XXX
Buongiorno, avrei bisogno di un suo consiglio.
Circa 15 giorni orsono, mio marito mi ha detto di avere alcune bolle nella zona genitale, sui testicoli e nell'interno coscia.
Bolle di circa 0,5 cm. piene di liquido , che al tatto si rompono.
In pochi giorni le bolle si sono moltiplicate. Non ha assolutamente voluto andare dal medico di famiglia, ed ha applicato la crema aciclovir.
Dopo 15 giorni, ho visto delle bolle comparire anche sui polpacci delle gambe.
Ho letto alcuni articoli, i quali parlavano di malattie a trasmissione sessuale...Ora, io sono molto preoccupata . Trattandosi di una questione molto delicata, non posso parlarne con nessuno...per questo chiedo aiuto a Lei.
Riuscirebbe a darmi un consiglio o delle indicazioni?
grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Salve,
purtroppo non potendo valutare direttamente il quadro clinico non è possibile fare una diagnosi.
Le condizioni che potrebbero manifestarsi nella maniera da lei riportata possono essere diverse, da forme allergiche e irritative, a forme infettive come follicoliti o foruncoli o infiammatorie come le vasculiti.
Quello che posso consigliarle è di rivolgersi ad uno specialista dermatologo che potrà inquadrare in maniera corretta il disturbo ed impostare una corretta terapia.
Saluti
Dott. Carlo Mattozzi
[#2] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno,
le chiedo ancora un attimo di pazienza.
Mio marito si è recato dal medico che gli ha prescritto questa crema:
trovocort 20 g.
La sta' usando da piu' di un mese...ma le bolle sembrano sparire e poi ricompaiono.
La zona colpita è il linguine ed ora anche le ascelle.
Mi darebbe un consiglio....grazie mille!
[#3] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Buongiorno,
purtroppo senza vedere il quadro clinico l'unica cosa che posso consigliarle è di tornare dal collega che le ha prescritto la terapia per rivalutare il quadro clinico ed in caso modificare il trattamento. Le cause di questa condizione potrebbero essere numerose (infiammatorie? Infettive? Allergiche?) è meglio che le valuti il collega che lo ha preso in carico.
Saluti
Dott. Carlo Mattozzi