Utente 381XXX
Buongiorno, in seguito a un infarto (17 febbraio 2015) sto seguendo una terapia a base di bisoprololo, Brilique (90 mg x 2), cardioaspirina e Torvast. A causa di una spossatezza generale, da qualche giorno sto assumendo del magnesio supremo.
Può interferire negativamente con la mia cura? O posso assumerlo tranquillamente?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Egregio Sig.re
quello del "fai da te" è un atteggiamento che non ho mai condiviso, come non condivido l'assunzione di integratori se non ce n'è bisogno...In questi termini sembrerebbe che lei abbia deciso di assumere magnesio senza stabilirne la necessità (cosa che comunque và fatta dal medico e non dal paziente)...sebbene grosse controindicazioni al suo utilizzo non ce ne sono, ritengo comunque sbagliato pensare che l'assunzione di integratori possa essere di benefico per i sintomi che riporta...per questo è bene che lei faccia riferimento al cardiologo che la segue.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno,
la ringrazio della risposta, e appena mi sarà possibile ne parlerò con il mio medico.
È un fatto però che da circa una settimana (e cioè da quando sto assumendo un cucchiaino da caffè di magnesio supremo al giorno), sento meno spossatezza e stanchezza, con una rinnovata energia che credevo perduta. In assenza di magnesio mi sentivo stanco tutto il giorno, con una sensazione di astenia generale. In conseguenza di questo, se non ci sono particolari interazioni negative coi farmaci che sto assumendo, pensavo di continuare ad assumere un cucchiaino di magnesio al giorno.