Utente 819XXX
Buongiorno,
Sono una ragazza abruzzese che ha fatto gia il patch test e sono risultata allergica al nickel con 3 piu.Ho fatto una visita dall otorino laringoiatra so di avere setto nasale deviato e deviazione dei turbinati.
Ho avuto uno shock anafilattico in seguito all assunzione di aulin.
Ho reazioni gastronintestinali e dermatologiche immediate dopo l assunzuione di cibo ad alto contenuto di nichel.
Ho una rinite allergica naso chiuso e sinusite sempre e febbriciole nonche una fastidiosa tonsillite acuta.

Ho cominciato ad evitare il nickel per evitare reazioni da contatto e da cibo.
Pero avrei bisogno di sapere esattamente cosa posso mangiare tranquillamente in quantita perche per ora mangio solo pasta in bianco pesce, carne finocchi cetrioli e poco altro e su internet ci sono troppi pareri contrastanti.

Grazie mille a chi vorra rispondermi,
Sto per testare il vaccino e vorrei evitare di far fallire la cura.
Sara.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile paziente,
Premetto che la cossiddetta "sindrome sistemica da nickel" interessa solo una piccola quota di pazienti sensibili al nickel. Ovvero, solo in una minoranza dei pazienti con patch-test positivo per tale metallo, l'assunzione tramite alimenti dello stesso può aggravare la dermatite o essere responsabile di orticaria generalizzata.
Ad ogni modo, in tali soggetti, può essere raccomandata una dieta solo dopo la dimostrazione, sotto osservazione medica, del miglioramento della dermatite dopo dieta povera di nickel e peggioramento della stessa dopo dieta povera di tale elemento.
Per quel che concerne il quantitativo di nickel presente negli alimenti, piuttosto che fornire un elenco che obbliga ad una continua consultazione, è più semplice riassumere il tutto in una regola di buon senso. Le verdure a foglia verde sono gli alimenti a più alto contenuto (150-300 microgrammi per 100 grammi di alimento) seguiti dalla frutta, tuberi e grano (15-35). Gli alimenti più poveri di nickel sono le carni ed il latte.
Può trovare maggiori informazioni alla pagina: http://verna.blog.tiscali.it//Allergia_al_nickel_1750718.shtml.
Cordiali saluti,

Dr. Nicola Verna
http://verna.blog.tiscali.it/
[#2] dopo  
Utente 819XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Nicola Verna,

Mi scuso per non aver mai risposto, non riuscivo più ad accedere.Nel frattempo ho visitato il suo sito che è molto interessante.
La ringrazio molto dei consigli. Ho fatto tutti i passaggi, ripetuto il test.
Sono rimasta ugualmente +++ dopo la dieta, però ho continuato perchè mi fa stare meglio.
Dopo il mio post ho avuto una dieta dalla dietista dell'ospedale e finora è andata bene, ho applicato anche quasi tutti gli altri accorgimenti del caso per il problema rush cutaneo topico che avevo (tinta, cosmetici, detersivi, pentole, euro, etc..).
Non so se mi leggerà ma voglio dare coraggio a chi si trova nella mia situazione, è dura ma con la costanza e un pò di giudizio nel fare le cose (niente abbuffate di cibi proibiti, ma ogni tanto mi concedo qualche sgarro anch'io) e usando prodotti buoni per lavarsi e vestirsi (senza borchie dentro!) mi pare che vada decisamente meglio.
In bocca al lupo. Grazie ancora.