Utente 383XXX
Salve a tutti gli specialisti. Ho 26 anni e da un po' ho deciso di chiudere un diastema che mi porto appresso da sempre. Parlando con l'ortodontista, questi mi ha spiegato come la mia bocca è caratterizzata un palato ogivale e da una deglutizione atipica ad esso correlata.
Ora, mi ha quindi proposto di fare della logopedia, per far si che il lavoro ortodontico non sia poi in futuro inficiato dalla lingua che spinge dove non deve. Mi sono venute però alcune riflessioni a riguardo, ovvero mi chiedo dal momento che la conformazione della mia bocca è parte integrante di questo circolo vizioso, per correggere con maggiore efficacia la mia deglutizione, non mi converrebbe integrare la logopedia con un'espansione del palato, ovviamente quindi anche con chirurgia?
E nel caso io voglia fare quest'espansione, quale sarebbe l'iter con logopedia e ortodonzia?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
la rieducazione logopedica è il punto di partenza onde evitare di inficiare l'eventuale terapia che in funzione della malocclusione e della sua età ( fine crescita scheletrica ) dovrà essere valutata se solo ortodontica o ortodontico chirurgica
semza alcuna documentazione e visita non si può dire di piú
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta. Le posso dire che il mio ortodontista mi ha lasciato intendere che la deglutizione atipica si potrebbe risolvere con la logopedia, dal momento che non mi ha accennato a chirurgia. Io, però, mi sono chiesto se intervenire sulla conformazione stessa del palato, non sarebbe comunque meglio, diminuendo rischi di recidiva, ad esempio. La Sua esperienza cosa Le porta a consigliarmi?
Grazie per l'attenzione che mi vorrà concedere
[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
la rieducazione ovviamente è sufficiente se ben eseguita a risolvere il disturbo dunzionale ma nulla può sull'occlusione alla sua età
l'ortodonIsta con la visita e documentazione adeguata potrà dirle se necessita di terapia ortodontica associata a chirurgia
cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio nuovamente. A proposito di quanto scrive, Le volevo rivolgere due veloci domande: "Se ho il palato ogivale, ho sicuramente il morso crociato? E secondariamente, è possibile che estendere il palato chirurgicamente crei squilibri peggiori con la mandibola, che dai gonion diventa anch'essa abbastanza stretta?"
Le rinnovo i ringraziamenti per l'attenzione.
[#5] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
rispondo in sequenza
1-no
2-no se la diagnosi e la terapia saranno corrette
cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio ancora. Se mi permette, vorrei disturbarLa per un ultimo aspetto. L'ortodontista all'ultima visita mi ha accennato ad una lieve asimmetria mandibolare ( verso destra). Ora, ho intenzione al prossimo incontro di farmi spiegare l'origine del problema, dal momento che ho letto che esistono vari tipi di laterodeviazione ( anche se a tal proposito, ho letto pure che per una diagnosi completa la tac può essere necessaria.). Quello che volevo chiederle è, per la Sua esperienza, con il palato ogivale qual è la natura più frequente di tale asimmetria? Ciò che mi preme è comprendere in che modo, in genere, è possibile che l'uno influenzi l'altro problema.
Grazie per l'attenzione che mi vorrà concedere.
[#7] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
purtroppo le cause possono essere le piú diverse che senza alcuna documentazione è impossibile rispondere
cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
D'accordo, la ringrazio per tutto allora.
Cordialità