Utente 620XXX
Buon giorno,
mi capita quasi tutti i giorni, soprattutto dopo la colazione del mattino, di avvertire delle aritmie (mancanza di un battitto) che vengono attenuate ingerendo aria o facendo uno sforzo diaframmatico.
Ultimamente mi succede, magari durante un semplice piegamento, di avvertire un vero e proprio "colpo" al cuore, come uno spasmo o una contrazione. La durata è di pochissimi secondi ma lo sento anche nella testa e lungo il collo... come se si fermasse tutto per un attimo e poi ripartisse di botto.
Premetto che ho fatto recentissimamente visite specialistiche con ECG, ecodoppler, Eco in 3D sempre con esiti negativi. Tutto sano !
Queste visite le ripeto annualmente (sono ansioso ed ipocondriaco), sono fumatore (circa 20 sigarette al giorno) ed ho gli esami del sangue perfettamente in ordine. Conduco una vita abbastanza sedentaria con poco movimento e niente sport. Il mio peso è di 89 Kg. per un'altezza di 181 cm.
A cosa può essere dovuto il sintomo da me avvertito ?
Grazie di cuore per una risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Il suo sintomo è verosimilmente correlato alla presenza di extrasistoli (ossia di battiti cardiaci prematuri generati da strutture cardiache che sono differenti da quelle normalmente deputate alla formazione dell'impulso cardiaco).
Generalmente tale fenomeno è assolutamente benigno, ma ritengo che in base alla presenza di alcuni fattori di rischio (almeno sedentarietà, fumo e sovrappeso), potrebbe essere indicato in accordo con il suo medico curante , una prova da sforzo e un monitoraggio Holter. Se anche tali accertamenti risultassero negativi, viva sereno con le sue extrasistoli (la causa delle quali potrebbe anche essere imputabili all'apparato gastroenterologico in disturbi quali l'ernia iatale).
Se il fastidio dovesse rimanere stabile, non credo sia indicato un trattamento farmacologico (sempre che tutti gli esami siano negativi).
Mi faccia sapere, rimanendo a disposizione per ulteriori consulti.