Utente 384XXX
Gentili dottori,
Innanzitutto vi ringrazio per la vostra disponibilità e per questo servizio.
Più di un mese fa sono stata dal dentista che aveva notato un mio dente "morto" e dopo aver fatto una lastra ha visto la presenza di un granuloma. Mi ha quindi consigliato una cura canalare. Purtroppo, dovendo partire, non avevo potuto eseguirla subito, e nel frattempo ho iniziato a sentire del dolore intermittente. Una volta tornata, mi sono recata dal dentista che ha aperto il dente e pulito. Qualche giorno dopo però (sabato scorso) il dolore si è fatto più forte e sono quindi dovuta tornare dal dentista che mi ha detto che si era formato un ascesso e che quindi dovevo prendere l'antibiotico. Ho preso amoxicillina 1gr per 5 gg ogni 12 ore (ho quindi interrotto mercoledì) e poi sono tornata dal dentista che ha pulito di nuovo e mi ha detto che per fare la cura canalare il dente doveva essere a posto e che quindi avremmo aspettato una decina di giorni per vedere se l'infezione era passata del tutto. Il gonfiore sulla gengiva però è rimasto, e oggi mi sono svegliata con il dente pulsante. Ho subito chiamato il dentista, che ha di nuovo aperto il dente e pulito, perché evidentemente l'infezione non è guarita. Mi ha però detto di non prendere l'antibiotico. Ora però il dente continua a pulsare e a momenti sento un po' di dolore. Sono quindi preoccupata perché so che in presenza di ascesso l'antibiotico andrebbe preso, perché l'infezione potrebbe estendersi ad altri organi.
Volevo quindi chiedere un vostro parere a riguardo, se la pulizia di questo dente sia sufficiente o se un antibiotico sarebbe meglio prenderlo.
Vi ringrazio nuovamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile Utente, la comparsa di ascesso dopo la strumentazione canalare in un dente necrotico può comparire e all'occorrenza combatterlo anche con l'assunzione di antibiotico. In seconda seduta però bisognerebbe fare in modo che l'alesaggio canalare sia completo e la detersione ottimale in modo da ottenere una completa pulizia dei lumi canalari e la successiva sigillitarura dei medesimi. Se la terapia si prolunga per troppo tempo senza successo potrebbe anche essereche il suo dente presenta dei canali accessori che non sono stati detersi. Il dente in questione potrebbe dirci qulè è? In ogni caso se il suo curante non le ha prescritto questa volta l'assunzione antibiotico non posiamo essere noi a variare detta prescrizione soprattutto per via telematica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore,

La ringrazio della sua risposta.
Il dente in questione è il primo premolare superiore. Infatti inizialmente ho assunto un antibiotico alla comparsa dell'ascesso. quello che credo stia facendo il mio dentista è mantenere puliti i canali dal materiale infettivo, ma mi chiedevo se questo bastasse per sconfiggere l'infezione. Certamente non volevo un cambio di prescrizione da parte vostra, specialmente senza una visita, e non vorrei andare contro quanto detto dal mio dentista, ma ero solo preoccupata e mi chiedevo se un ascesso si combattesse anche solo tramite la pulizia. Come detto, non vorrei un aggravarsi dell'infezione, e dato che domani è domenica, non potrei contattare il mio dentista. La cura canalare è prevista per il primo luglio e mi è stato detto che prima di questa cura teoricamente non dovrei avere dolore, per poter iniziare il trattamento.

La ringrazio nuovamente