Utente 371XXX
Salve, scrivo questo consulto per avere una maggiore informazione delle aritmie che sto avendo, da piccolo sono stato operato fontan , e ora vado ogni 6 mesi a controllo, ho 20 anni. E i rispettivi dottori dicono che sono clinicamente stabile, prendo cardio aspirina ed enapren, da qualche mese ormai ma in modo raro si presentato extrasistoli dolorose ( premetto che l'ho sempre avute e sentite e mai preoccupato ) ma queste non colpiscono la parte alta del mio petto bensì alla punta del cuore ( sono destro cardio ) quindi e 4cm dal capezzolo un po' più sotto, solo dolorose in quanto sento il cuore che pompa non so se accelera o rallenta ma mi manca ilnfiata per quei secondi, la primo volte che mi è capitato mi girava anche la testa magari non sapendo cosa fosse sono andate anche un po' in panico, ora si presentato ripeto raramente ( sta 1 volte settimana poi magari 2al giorno poi spariscono e tornano dopo qualche settimana ) ecg e holter finora tutto ok, e ora per il controllo ci vuole fine estate, volevo passare tranquillamente questa estate magari con un vostro aiuto, se magari mi sapreste aiutare o consigliare su da farai ( visita cardiologica). Ho pensato che potesse essere un extrasistole ventricolare e visto che sono ventricolo unico il dolore è più forte ma c'è da "preoccuparsi"? O è tutto nella norma?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'importanza di un'extrasistolia dipende da una serie di criteri (come il numero totale delle 24 h, le caratteristiche intrinseche quali l'intervallo di accoppiamento, la sede di origine anche valutabile con l'analisi della morfologia dell'extrasistole in 12 derivazioni ECG standard etc), ma in particolare se è associata o meno una cardiopatia strutturale. Nel suo caso, pur essendo stato operato di Fontan, il suo cuore non è, anatomicamente parlando, perfettamente normale e quindi occorre una valutazione più approfondita e di tipo aritmologico (da parte cioè di un cardiologo con particolari competenze in alterazioni del ritmo cardiaco). Tenga però presente che i sintomi non stratificano necessariamente la gravità di un problema, perchè un paziente può non avere sintomi e presentare comunque un problema grave o viceversa avere sintomi importanti senza grandi problemi a causarli.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la celere risposta, diciamo che mi capita quando sono stanco ( non dopo sforzo o sport ) stanco mentalmente diciamo, ho notato questo quando si sono verificate.. ripeto che sono rare per fortuna... Controllo spesso la frequenza, dopo sport 110bpm, a riposo arrivo a 70bpm ma molte volte 65. Sono normali? Anche 85bpm dopo i pasti principali ?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Questo non ha a che vedere con la domanda che lei ha posto nella richiesta di consulenza...caro signore se lei chiede consulti sul nostro sito, legga poi attentamente le nostre risposte....