Utente 372XXX
Buongiorno Dottori,
A fine maggio nel corso di un'intera giornata ho iniziato a percepire sulla gengiva un bruciore tipico da afta, infatti il giorno dopo era presente una lesione bianca (5 mm circa) che mi ha procurato dolore/bruciore per 3 gg. Vedendo che dopo 3 settimane la lesione era ancora presente mi sono recata da un dentista odontostomatologo il quale mi disse che non si tratta di una lesione tumorale e di eseguire due igieni orali per le gengive infiammate e sciacqui con acqua e sale. Purtroppo non riesco a stare tranquilla perché dopo cinque giorni di sciacqui la lesione è sempre presente. Lo specialista è veramente in grado di riconoscere ad occhio una lesione pericolosa da una che non lo è? essendo io affetta da hpv ad alto rischio a livello genitale, potrebbe essere questa una manifestazione del virus a livello orale? Ringrazio per le risposte.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Gentile utente, mediamente un professionista che si occupa di salute orale in senso lato e non solo di cure e riabilitazioni odontoiatriche, è in grado di riconoscere una lesione che ha le caratteristiche cliniche della pericolosità da quella che è innocua con ragionevole certezza.
Detto questo è buona norma in patologia orale sottoporre ogni sospetta lesione che non guarisca spontaneamente o dopo terapia nell'arco di un paio di settimane.
Se ha dei dubbi l'unica cosa che può fare per stare più tranquilla è farsi visitare da un professionista con una buona esperienza in patologia orale (magari non le sarà difficile trovarne uno in ospedale o in una clinica universitaria).
Per verificare una eventuale presenza del virus HPV (comunque possibile anche in assenza di lesioni) si può eseguire un test per la determinazione dell'HPV DNA.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio Dr. Di Iorio per la sua risposta. Come da Suo consiglio sentirò un secondo parere.

Grazie.

Daniela