Utente 235XXX
Salve.
In attesa di andare a trovare l'andrologo vorrei esporre il mio problema. Da un po' di tempo noto a fasi alternate all'estremita di un capillare che si trova all'incirca al centro dell'asta del pene un piccola chiazza di colore viola(di colore scuro). Tutti gli altri capillari sul pene sono quasi inpercettibili e di colore della pelle ma questo capillare lo si nota sempre dato il colore scuro rispetto alla pelle. Grazie a Dio non ho problemi di erezione,non ho dolori, non ho mai avuto rapporti sessuali ma spesso è capitato, l'ultima volta due giorni fa di pensare cose che mi permettessero di ottenere un erezione e mantenerla per un po'. Non è una cosa salutare innescare un erezione e mantenerla a lungo senza un fine concreto ma a me succede anche solo per capire che tutto funziona. Ecco, dopo queste situazioni, mi capita di notare all'estremita del capillare sovraccitato e di qualche altro capillare una piccolissima bolla violacea che dura un paio di minuti o qualche oretta e poi sparisce. Io suppongo che si tratti di versamento sanguineo . Le mie domande sono:
- come mai semplici erezioni,mantenute un po' nel tempo, possono causare delle piccole bolle di sangue che su internet chiamano ' capillari rotti'? Delle semplici erezioni possono provocare versamento sanguineo?
- i capillari sono così fragili che con circostanze così naturali si rompano?
- cosa può provocare a lungo termine la rottura dei capillari o versamento di sangue sottocutaneo al pene? Io ho sentito parlare di disfunzione erettile in un sito.

Non ho malattie, non ho mai avuto rapporti sessuali,l'ultima masturbazione risale a 6 mesi fa e avviene sporadicamente,una volta all'anno se dice bene...

Dov'è il problema.
Versamento sanguineo senza aver fatto niente? La disfunzione erettile anche parziale mi terrorizza a morte..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,leggendo il suo storico,non posso che considerare uno stato di stallo che,al momento,sembrerebbe scosso da una problematica,a mio avviso, scarsamente significativa.L'erezione,fenomeno vascolare e,quindi pressorio,può dar luogo a delle piccole microemorragie del microcircolo superficiale penieno che,in alcun modo,partecipa al meccanismo erettile.Immagini le possibili "conseguenze" legate al trauma coitale...che la prossima visita andrologica,cui la rimando,chiarirà.
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Ho l'appuntamento settimana prossima dall'androlpgo ma da quello che mi dice capisco che la rottura dei capillari non ha legami e non causa la disfunzione erettile. Quindi queste microemorragie, sono del tutto normali e non pericolose? Su un altro sito avevo letto invece il contrario ossia che puo' essere causa di disfunzione erettile ma se lei mi assicura, allora meglio cosi. Non immaginavo il pene un organo che semplicemente con un erezione puo andare incontro a microemorragie...C'e' un modo per evitare che ci siano questi piccoli versamenti di sangue?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...puo' succedere.Comunque,nessuna influenza sul meccanismo erettile.Cordialita'