Utente 384XXX
Gentili Dottori,
mi è stato da poco diagnosticata la presenza del forame ovale pervio attraverso un ecocardiogramma transtoracico e un ecocoloroppler transcranico con microbolle. All'ecocardiogramma, il dott. che l'ha eseguito ha detto di aver visualizzato numerose microbolle dopo manovra Valsalva. Il dubbio che mi sorge, però, è il seguente: quando mi ha effettuato l'ecocolordoppler transcranico e manovra di Valsalva, il dott. ha detto che non riusciva a vedere i segnali transienti. Mi ha iniettato più volte la soluzione con microbolle e in nessuna delle volte ha detto di essere stato in grado di visualizzare questi segnali. Non mi ha spiegato il significato di tutto ciò ma mi ha solo detto che dovrò aspettare gli esiti dello screening trobofilico. Poichè sto vivendo con ansia tutto ciò, volevo capire perchè il dott. non è riuscito a visualizzare questi segnali transienti e se devo preoccuparmi. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non posso certo rispondere alla sua domanda che dovrebbe porre al cardiologo che le ha effettuato l esame.
Se ha un fora e ovale pervio é consigliabile:
1 eseguire una ecocardiografia transesofagea per valutare la necessità di un intervento di chiusura del difetto
2 iniziare ad assumere piccole dosi di aspirina tutti i giorni
3 evitare sport subacquei fino alla chiusura del,difetto

Cordialita
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo Dr,
grazie mille per la risposta. Sicuramente porrò tutte le domande al cardiologo e al neurologo così come sottopormi all'ecocardiografia transesofagea. L'intervento, però, mi spaventa. Nel caso in cui il forame fosse piccolo, è comunque consigliato l'intervento? Per sport subacquei intende anche nuotate al mare?
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Nessun problema con le nuotate al mare, a patto di non fare immersioni e "compensare".
L eventuale intervento viene fstto senza tagli, ma con un "ombrellino" infilato attraverso una vena periferica
Arrivederci