Utente 384XXX
Salve,
Sono una ragazza di 19 anni...Sintetizzo brevemente il mio problema: circa tre giorni fa ho notato delle strane macchioline rosse pruriginose sulla gamba sinistra (inizialmente pensavo fossero punture di zanzara). Pian piano sono aumentate (ad oggi sono relativamente poche, circa una ventina), con maggiore concentrazione sulla coscia. Ho chiesto, pertanto, un consulto al mio medico di base, la cui diagnosi mi ha letteralmente spiazzata: VARICELLA.
(Nonostante da piccolina sia stata già affetta da questa malattia infettiva, il medico mi ha spiegato che in periodi particolarmente intensi il virus può ripresentarsi in età adulta). Sto prendendo una compressa di antistaminico al dì, come da prescrizione. Eppure, sembra che la situazione sia immutata: le pustole rosse sono meno pruriginose, certamente, ma l'aspetto e la zona colpita mi fanno pensare a tutt'altro...oltretutto, salvo in alcuni casi, non noto la cosiddetta "bollicina" che contraddistingue i pomfi da varicella...
Per quanto ancora dovrò attendere? E' sufficiente l'antistaminico?
Confidando in una risposta, ringrazio di cuore tutti coloro che, in un modo o nell'altro, profondono impegno, tempo ed energia al fine di garantire un consulto online tempestivo e gratuito.
Sinceri saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
la varicella , come entità nosologica propria , è malattia che lascia immunità permanente. Quello che può succedere è che il virus herpes zooster varicella resti latente nei gangli nervosi e si ripresenti come herpes zooster, detto fuoco di s.Antonio, a livello di qualche zona, a distribuzione metamerica.
Ma di regola ha caratteristiche molto specifiche.
Sinceramente non sono in grado di esprimermi sul suo fatto specifico , non avendola potuta visitare , al contrario del suo mdb, quindi la inviterei al massimo ad una rivalutazione presso il suo medico, per escludere possibili fatti dermatologici in diagnosi differenziale.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio sentitamente per la risposta esauriente, rapida e dettagliata. Vorrei chiederLe, se possibile, un'ultima informazione: qualora la diagnosi sopra descritta fosse corretta, lo stress giocherebbe un ruolo rilevante, se non addirittura fondamentale, in tutto ciò? Sto affrontando la Maturità Classica e ammetto di essere assorbita totalmente dallo studio e dall'ansia (che sembra invalidante e patologica, a tratti e a seconda delle circostanze).
Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Certamente nell'innesco di una manifestazione di HZ gioca un ruolo lo stress, che può riconoscersi nel suo racconto.
Cordialità