Utente 364XXX
Buongiorno,
Sono una ragazza di 19 anni. Ultimamente mi capita spesso, in momenti imprevedibili, di avere episodi di tachiacardia in cui il cuore batte velocissimo, sento il respiro difficoltoso, mi sento avvampare in viso e percepisco un senso di compressione all'altezza dello stomaco. Premetto che mi ritengo una persona ansiosa e sto passando un periodo psicologicamente stressante, per cui spesso tendo a ricondurre tutto a una sorta di attacco di panico e cerco di calmarmi facendo respiri lunghi e profondi. Tuttavia non sono così sicura che possa essere una manifestazione ansiosa perché si presenta anche in momenti tranquilli e di riposo, non segue lo sforzo fisico né situazioni particolarmente stressanti; compare così, improvvisamente. Inoltre mi sento spesso un po' prova di forze (questo mi accade di solito con il sopraggiungere dell'estate). Sono molto preoccupata e vorrei sapere se mi devo rivolgere al pronto soccorso o alla guardia medica per questi episodi. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È opportuno che lei esegua un Holter cardiaco ed una ecografia cardiaca per valutare più attentamente questi episodi improvvisi di aritmia.
Ha mai notato se nel corso o alla fine di tali episodi ha bisogno impellente di urinare?
[#2] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risposta.
Non mi sembra di aver notato questo sintomo di regola, anche se a volte a causa dell'agitazione generata da questi attacchi mi può essere capitato. Mi sono recata alla guardia medica e il dottore ha registrato valori normali di pressione e battito cardiaco accelerato ma non irregolare e per questi motivi sospetta che si tratti soltanto di ansia. Tuttavia mi ha consigliato di fare comunque degli esami come anche lei mi indica. Purtroppo sono una studentessa fuori sede e finché non tornerò a casa non avrò la possibilità di recarmi dal mio medico di famiglia per potermi sottoporre a questi esami. Pensa che sia urgente o che possa aspettare qualche settimana?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Puo senza altro attendere
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per l'attenzione.
Volevo aggiungere che durante la giornata sento sempre un senso di compressione all'altezza dello stomaco (non al torace) che mi fa respirare con più difficoltà . Cosa potrebbe essere?
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Potrebbero essere problemi gastrici .
Sa, a distanza, è difficile dare una diagnosi precisa
Saluti
[#6] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
Soffro di sindrome del colon irritabile ma da quando ho modificato la mia dieta su consiglio del gastroenterologo non ho più avuto sintomi. È come se non riuscissi, se non con grande sforzo, a respirare bene e fino in fondo. Capisco la difficoltà di una diagnosi a distanza ma sono veramente preoccupata di avere qualche patologia cardiaca. La ringrazio in ogni caso.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei ha anche grossi problemi di ansia che meriterebbero di essere affrontati
Arrivederci