Utente 384XXX
Salve, da febbraio 2014 soffro di un dolore nella zona destra bassa della schiena che si è scatenato in maniera improvvisa in un periodoin cui effettuavo regolarmente (come da anni) nuoto ed altre attività assolutamente non pesanti. Inizio spiegando di che dolore si tratta: un bruciore in un punto preciso(appunto a destra vicino alla colonna vertebrale e la zona sacrale) che si irradia difficilmente, se non per qualche centrimetro. Inizialmente era un dolore che non mi permetteva di piegarmi in avanti...dopo un cclo di infiltrazioni è diventato (e così è rimasto da un anno) un fastidio costante che si trasforma in dolore dopo sedute di attività fisica (infatti ho smesso di nuotare, correre e andare in palestra). Nei momenti di maggior sofferenza mi provoca maggior dolore mentre effettuo movimnenti di flessione del busto o inarcando il bacino.
Non si è mai irradiato sulla gamba.
Fin'ora ho efettuato una lastra al bacino e 2 risonanze magnetiche (bacino e lombo sacrale) dalle quali i refertatori hanno rilevato solo una protrusione in l5s1.
Ogni specialista da cui mi sono rivolto (fisiatra, neurochirurgo, ortopedico) ed ogni terapista (osteopata, fisioterapista) hanno affermato che la protrusione in se per se non può causarmi tutti questi fastidi (essendo i dischi normoidratati).
Ognuno di questi parla di sacroileite o sofferenza dell'articolazione sacro iliaca... è normale che le risonanze non rilevino niente di tutto questo?
Sto facendo ogni tipo di terapia senza risultati nel lungo periodo: riesco a sfiammare la zona, centralizzare il fastidio ma non ad eliminarlo.
Ho effettuato: 3 cicli di infiltrazioni, 4-5 di infiammatori per via orale, molti mesi di ginnastica posturale, molte sedute da osteopati e fisiatri (manipolazioni del sacro e del bacino) ultrasuoni, laser e molto ma molto stretching....il fastidio è sempre li pronto a scatenarsi.
Sono in attesa dell'esito degli esami del sangue.
Allego le immagini delle risonanze, gradirei avere un vostro parere a riguardo...c'è questa sacroileite? se no c'è altro in questa benedetta zona destra???In entrambe le risonanze ho rilevato, nello stesso punto, un elemento strano di cui non si fa menzione in nessun referto...è qualcosa che ha rilevanza clinica? (l'ho cerchiato in rosso)

Ringrazio anticipatamente per le vostre cortesi risposte
dopo tanto tempo, non capendo la fonte del problema, inizio ad essere leggermente esasperato


Link per immagini risonanze: (se ci dovessero essere difficoltà ricaricherò le immagini)

http://ge.tt/3CoDeHJ2


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
8% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Gentile utente, al link da lei inviato corrispondono alcune immagini ecografiche e un'immagine di cardioRM. Ad ogni modo, tenga presente che la risonanza, come metodica, è estremamente sensibile alle infiammazioni, e spesso il problema è che ne "rileva" in eccesso; perciò, sebbene la clinica la faccia sempre da padrona, in questo caso una sacroileite clinica, non confermata in due risonanze, mi permetterei di eslcuderla con serenità. Io le consiglio di riprendere moderatamente l'attività fisica che svolgeva (perchè difficilmente il nuoto può farle male). Dalle sue parole indagherei di più sul "molto ma molto stretching", in quanto se eseguito in maniera intensa, può essere causa di dolori. Lo stretching va fatto con moderazione e nei giusti tempi (dopo riscaldamento), senza forzare.
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore, la ringrazio per la sua corese risposta. La ripresa dell'attività fisica l'ho tentata in 2 occasioni, sempre con il nuoto, ma al quinto/sesto allenamento ricomincia il dolore. (parlo di attività moderata, presumo che una corsa possa riscatenare la situazione iniziale). Ogni terapista mi ha consigliato di ritonificare ma, appunto, non faccio altro che riscatenare il dolore. Ho anche ricevuto le risposte agli esami del sange: tutto negativo.
Il dolore è attualmente si centralizzato, ma pronto a scatenarsi. I movimenti fastidiosi sono le flessioni in avanti e, nell'inrcare la parte bassa della colonna, sento come unblocco nella zona destra.
Dopo aver escluso tutto, nonostante quanto affermato da tutti, inizio a pensare che il problema possa essere quella piccola protrusione (unica anomalia rilevata dagli esami effettuati...)

per le immagini allego altri link (uno per ogni risonanza).
quello che vede lei forse è la pagina d'errore del sito medicitalia..deve proseguire cliccando su continua (l'errore è generato dal link esterno al sito presumo)

http://www.yourfilelink.com/get.php?fid=1090566
http://www.yourfilelink.com/get.php?fid=1090564

Secondo lei può questa, seppur contenuta, andare a causare qusto genere di problema? c'è qualche esame che può confermare se questa sofferenza è dovuta dalla protrusione?
le immagini che ho evidenziato suggeriscono qualcosa?

Rinnovo i miei ringraziamenti e le auguro buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
8% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Da questo computer non riesco a scaricare le immagini, tuttavia non credo sia indispensabile. Sarebbe interessante capire con quale stile del nuoto le si scatena il dolore, ed eventualmente potrebbe cambiare sport, magari con la bici, fatta inizialmente lenta lenta.
I Neurologi che lei ha consultato hanno escluso che la protrusione discale possa generare i suoi fastidi, la risonanza ha escluso forme infiammatorie. Mi viene da pensare a dolori muscolari, perciò credo che il suo obiettivo sia rinforzare i muscoli del tronco. Il primo passo consiste nella tonificazione degli addominali (che se fatti bene non impattano per nulla sulla colonna lombare), per il resto dovrebbe consultare un Fisiatra.