Utente 365XXX
Buongiorno,

sono affetto da IPP da circa 12 mesi, per mia fortuna, ad oggi la situazione rimane stabile come il primo giorno, senza alcun problema funzionale.
Ho avuto modo di apprendere, che in ogni parte di Europa e non solo, l'impiego di cellule autologhe per trattare questa patologia è sempre più diffusa.
Ci sono da anni, numerosi articoli pubblicati da Grandi Medici, in merito all'utilizzo di PRP, SVF e Cellule Staminali, testati non solo sui ratti ma anche sull'uomo (Clinical Trial) con risultati sorprendenti.
Mi chiedo, ma in Italia perché non iniziate pure?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,che i lavori abbia letto non lo so, e nessuna commissione europea o statunitense ha autorizzato alcunchè al di fuori di usi sperimentali di quelle terapie che lei dice. 5 sono i pazienti trattati al 2014 con cellule stromali autologhe e 7 con derivato piastrinico. Con risultati non superiori a quelli fino ad ora ottenuti con infiltrazioni convenzionali. Se mi prala di traumi del pene, i dati suoi sono veri, ma il peyronie è benm altro.
[#2] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dott. Cavallini,

certo, parlo indubbiamente di Peyronie.
Purtroppo non è possibile riportare link o citare nomi, i risultati ottenuti mediante l'utilizzo di cellule staminali, in merito a quei 5 che cita è stato pari a:
risoluzione totale di 7 placche su 10 e risoluzione della curvatura dal 14% al 100% (praticamente è quasi la cura), non credo che il verapamil o altro diano questi risultati.
Inoltre, in merito al PRP, in Europa i pazienti trattati sono più di 7... e con la SVF ancora di più fuori Europa.
Ovviamente, queste terapie sono sperimentali lo capisco, però mi sembrano largamente più incoraggianti rispetto a quelle che proponete, motivo per il quale, non comprendo perché insistete con terapie inefficaci, utilizzate da decenni, bisogna fare altro...
La collagenasi per esempio, recentemente approvata anche in Europa, ma ancora non disponibile, il Grande Medico che l'ha proposta, la suggeriva già 30 anni fa.
Ci tengo a precisare, che i pazienti vorrebbero maggiore aiuto da parte vostra (in Italia), forse dobbiamo semplicemente richiedere questo genere di terapie all'estero.

Saluti, buona serata.



[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Tali affermazioni rifiutando la citazione di fonti documentabili sono meno che alla stregua di pettegolezzi.
LA collagenasi è stata riutirata dal mercato per troppo elevata collateralità. Approvata e poi ritirata in USA. Mai approvata in Europa, Asia, Australia.
Trenta anni fa vi sono state morti improvvise per uso di collagenasi non purificata.
Detto questo buona serata a Lei.
[#4] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera,

non capisco questo accanimento, avevo semplicemente richiesto un consulto, per verificare se in Italia, qualche Dottore, stava valutando l'impiego di cellule autologhe, per provare a trattare la IPP come già fanno all'estero (almeno tentano qualcosa di nuovo).
Ho capito perfettamente, che Lei non è convinto in tale iniziativa o direzione, mi sta pure bene e spero di avere un riscontro da altri medici.
Comunque, per Sua informazione, l'EMEA ha approvato Xiapex il 09/03/15 e dall'America confermano che è sicuramente utile.


Saluti

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Errore è stato approvato nel 2014, e poi ritirato dalla casa stessa nel febbraio 2015. Difatti lo xiapex doveva essere commercializzato in quella data manon lo è stato: ha cambiato 3 padroni quel brevetto. Un solo articolo pubblicato nel 2013 sulla collagenasi negli USA, invitati gli autori a parlarne a congresso hanno rifiutato. Ampiamente criticato quell' articolo.
Le stamionali sono state anche provate al S. Andrea di Roma, ma poi non se ne è saputo più nulla.
Ora per cortesia veda di passare ad altro.
Ho detto pochi dati.Non ho detto non sono convinto.
[#6] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
Dottore Cavallini,

Io non sto cercando di convincere nessuno della collagenasi, anche se da oltre Oceano scrivono tutt'altro, anche nel 2015 comunque.
Se va a rileggere la mia richiesta di consulto, nemmeno cito la collagenasi, a me non interessa!!!


[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Dove lo scrivono?
Che le interessa allora?
Chiudo ogni discussione, il mio tempo è troppo prezioso per tali polemiche.
[#8] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
il servizio dei consulti serve per chiedere pareri ed informazioni su un proprio stato di salute. Se lei desidera invece dare suggerimenti o discutere dello stato delle ricerche, potrà sicuramente trovare nei molti blog andrologici http://www.medicitalia.it/blog/andrologia spazio per commenti sulle varie procedure.

La invitiamo quindi a non utilizzare la sezione dei consulti se non per ascoltare eventuali consigli degli specialisti su una precisa domanda su uno stato di salute.

Grazie e cordiali saluti,
staff@medicitalia.it