Utente 384XXX
Buon giorno a tutti.
Ho 16 anni (la data di nascita è stata messa per "costrizione"; rivedete queste modalità di iscrizione, non è detto che un minorenne non abbia dubbi sulla propria salute).
Venendo al sodo, due mesi fa, tornato dalla Grecia, ho smesso di fumare, perchè, dopo aver fumato una quantità importante di sigarette l' ultima sera, avevo il fiatone e un senso di oppressione al torace, che veniva alimentato dalla paura che quella situazione mi incuteva. Quindi ho smesso di fumare drasticamente, da un minimo di 7 sigarette ad un massimo di 12 al giorno (durante il viaggio in Grecia il numero si era più che raddoppiato), a nessuna. Ho deciso di aspettare e vedere se questa sensazione svanisse da sola, ma cosi non è stato, infatti da due mesi a questa parte i sintomi, quali oppressione al torace, fiatone, raramente vampate di calore e capogiri, si sono attenuati ma sono comunque presenti. Si può dire che svaniscono solo quando faccio qualcosa che mi impegna (Se suono oppure se sono in giro). In famiglia non abbiamo precedenti per problemi cardiaci seri, solo mio padre (53 anni, fumatore da 40) ha un problema di pressione alta che risolve con una pillola. A parte le sigarette, che ormai non ci sono più, conduco una vita sana, mangio abbondantemente e vario nella dieta, vado in palestra quasi ogni giorno, oltre ad una birra il sabato sera non bevo alcolici. Recentemente ho anche misurato la mia pressione (Min:99 Max:139, credo che siano valori alti)
Ringraziondovi preventivamente per il tempo che mi dedicherete, vi auguro una buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Smettere di fumare è la cosa migliore che potesse fare.......(ricordi che esiste anche il fumo passivo e quindi convinca a smettere di fumare anche suo padre e non solo per il fumo passivo che lei subisce). Per il resto è impossibile darle una risposta senza una diagnosi.... se il problema persiste la prima cosa che deve fare e chiedere il parere del suo medico di base, che potrà visitarla e stabilire l'eventuale necessità di approfondimenti diagnostici, anche di tipo cardiologico.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio, vedrò di programmare una visita