Utente 257XXX
Salve. Sono una donna di 33 anni. Vorrei andare in montagna quest'estate. Ho la trombofilia, un difetto del setto interatriale, ho avuto un piccolo attacco ischemico nel 2012 e devo indagare per PFO, ho una lieve insufficienza cardiaca, porto le calze contenitive 18mmHg , ho l'omocisteina spesso alta e due persone in famiglia con l'ipertensione.
Volevo sapere, se è possibile effettuare una vacanza in zone di montagna con altitudine quasi 1600 metri.

Grazie a chi mi risponderà

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Spero che lei sia in trattamento con anticoagulanti orali (coumadin), perché in caso contrario sarebbe pericoloso anche restare a livello del mare....
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dottore,per la sua risposta! Da quando ho scoperto di avere queste cose , mi stanno dando solo l'acido folico , anche ai miei familiari che hanno la trombofilia e fattore II.


MI è stato detto che in base all'esito dell'eco transesofageo si deciderà se darmi medicinali , come cardioaspirina, o operarmi ,o nulla, se non ci dovesse essere PFO.



.


[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dissento profondamente da ciò che le è stato detto...lei a 30 anni ha già presentato una ischemia cerebrale...che altro aspettano?
Detto questo l altitudine che lei riporta non crea un aumento del grave rischio ischemico che lei sta correndo
Arrivederci

Cecchini
[#4] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Scusi Dottore , ho sbagliato il termine, volevo dire Ischemia Transitoria, T.I.A.

Si , comunque mi è stato detto che non avendo prove del PFO evidenti con indagine specifica,poichè debbo ancora eseguire l'esame, non possono darmi medicinali o raccomandazioni ; infatti, dicono che malgrado le altre cose,che sono documentate da esami , non è ancora sulla carta quest'ultima indagine ,per dare una terapia.

Grazie per la sua risposta.

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
beh lei ha già avuto un TIA che aspettano ... un ictus?
deve eseguire il prelievo di sangue per escludere una teombofilia ed iniziare anticoagulante orale ( coumadin)
arrivederci