Utente 384XXX
Salve, sono una ragazza di 19 anni, di tanto in tanto in passato ho avvertito extrasistoli ma l'accaduto era così raro che non ci prestavo attenzione (addirittura passavano mesi tra una e un'altra). Il problema si è presentato una diecina di giorni fa quando il mio cuore ha iniziato ad avere extrasistoli frequentissime (circa 2 al minuto) per 4 giorni. Mi ritengo una persona tranquilla quindi non lo assocerei ad ansia. La sensazione era orrenda e mi sono recata in ospedale. Mi hanno ricoverata per un giorno e poi mi hanno dimessa. Due giorni dopo già non avvertivo più nulla. Infatti dopo quegli orribili 4 giorni sono stata bene, non so cosa sia stato. Mi hanno eseguito misurato la pressione 100/60 e fatto l'elettrocardiogramma che riporto:

[IMG]http://i58.tinypic.com/2urtf8h.jpg[/IMG]
http://i58.tinypic.com/2urtf8h.jpg

Se non si leggesse c'è scritto:
"Ritmo sinusale, frequenza 96......... normali asse E freq. P
Frequenti battiti prematuri ventricolari..... breve r-r, qrs ampio, aberrante
Anomalie inferiori della ripolariz..... st-t neg. II,III,AVF

Freq 96
PR 160
QRSD 94
QT 337
QTc 426

--Asse--
P 48
QRS 80
T 3

Ed infine "Elettrocardiogramma Anormale"
Quindi la dottoressa mi ha detto che si trattava di Extrasistoli Ventricolari.
Dopo mi ha eseguito l'ecocardiogramma e ha detto che le è parso di vedere un cuore sano senza problemi apparenti. Preciso che non fumo, non bevo e non prendo caffè (una volta mi provocò 4-5 extra).
Devo precisare una cosa, quando è successo tutto questo, avevo un ritardo del ciclo di ben 3 MESI. Non è mai stato preciso ma nemmeno così in ritardo, di solito passava massimo 1 mese e mezzo o proprio 2. La dottoressa ha pensato potesse essere legato a questo a causa di uno squilibrio ormonale ed effettivamente una settimana dopo i 3-4 giorni di extrasistoli frequentissime il ciclo è arrivato. Ho fatto una visita ginecologica ed utero e ovaie sono perfettamente apposto. Dite che il ciclo può essere una causa a ciò che mi è successo? Anche perchè dopo l'arrivo del ciclo ho smesso di avere questi sintomi. Ma anche se fosse non credo sia normale avere il cuore in crisi per il ciclo.
La dott mi ha detto di effettuare gli esami della tiroide e di rivolgermi a uno specialista in cardiologia per eseguire l'holter. Ho fatto gli esami e la tiroide va benissimo. Fra poco mi rivolgerò ad un cardiologo ma io da allora non presento più sintomi, come faccio? L'holter non rileverebbe nulla, che devo fare? Ho fatto anche gli esami a livello ormonale che mi aveva consigliato il dermatologo per l'acne e anche quelli sono apposto, inoltre gli ho raccontato l'accaduto visto che doveva prescrivermi la cura ed ha detto "ah quindi hai avuto extra atriali?" io l'ho corretto dicendo che erano ventricolari e lui ha fatto una brutta faccia chiedendomi se fossi sicura e gli ho detto di si. Sono più gravi quelle ventricolari? Cosa può essere successo? E' stato davvero il ciclo o il mio cuore? E come faccio a scoprirlo se ora non ho più sintomi? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
vedo che c'è tanta confusione e non solo per lei....Le extrasistoli che lei presenta sono a BBSx con deviazione assiale inferiore (questa è la descrizione tecnica e corretta della morfologia delle sue extrasistoli ventricolari, anche se non è stata riportata). Visto che l'ecocardio è risultato normale le sue extrasistoli, pur essendo ventricolari, sono assolutamente benigne. Un Holter potrebbe effettivamente essere inutile perchè registra quel che accade in sole 24 h e comunqnue non cambierebbe la stratificazione del valore della sua aritmia. La valutazione della funzione tiroidea è perfettamente inutile per le sue extra ventricolari. Per la relazione con problemi ormonali, è possibile ma non è matematica e comunque le extra benigne si comportano proprio così, anche indipendentemente da squilibri di qualunque origine....per lunghi periodi possono essere assenti e poi ripresentarsi in maniera apparentemente importante. Stia serena e non pensi alle sue extrasistoli.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio tanto per la sua risposta e per la precisazione tecnica sulle mie extrasistoli. Ho anche dimenticato di dire una cosa, non so se importante ma mi hanno anche misurato due volte la febbre in ospedale ed era 38 sul termometro ma le assicuro che non avevo alcun sintomo, so riconoscere la febbre quando ce l'ho, anche a 37 l'avverto, zero raffreddore, zero mal di testa, zero tutto, io sono convinta di non aver avuto la febbre, non sentivo nulla. Può essere che tutto questo mi avesse aumentato la temperatura corporea? Ritornando alla sua risposta :cosa significa "pur essendo ventricolari"? Significa che effettivamente, come mi era parso di capire, l'interessamento dei ventricoli crea più preoccupazione rispetto agli atri? Comunque sono tranquilla e serena, semplicemente sto facendo questi esami perchè credo sia giusto farli, in quei 4 giorni il cuore sembrava impazzito. Per concludere quindi, potrebbe anche non esserci alcuna causa? Sono una persona che cerca sempre di trovare un perchè agli avvenimenti ma se mi dice che potrebbe non esserci va bene così e speriamo non si ripresentino. Infine mi consiglia quindi di effettuare una visita cardiologica o sarebbe inutile? La ringrazio davvero tanto
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, come le ho già detto le indagini che doveva fare per stabilire la benignità delle extrasistoli le ha già fatte....Un ulteriore approfondimento potrebbe essere solo quello di un aritmologo, ma non ne vedo l'assoluta necessità. Per la domanda sull'ipertermia ovviamente non posso darle alcuna risposta.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Va bene, la ringrazio tanto!