Utente 381XXX
Salve, da un pó di tempo a questa parte ho serie difficoltà nello svolgere attività fisica in maniera continuativa. Circa un mese fa sono andata in palestra, dopo soli 3 minuti di step avevo il fiatone e ho iniziato a sentirmi male. Avevo forte nausea, vertigini, e mi sono dovuta sedere perché mi sentivo svenire. Questo stato è andato avanti per circa un'ora e in questo lasso di tempo ho avuto anche un attacco di dissenteria. Nelle settimane a seguire sono riuscita a portare avanti l'allenamento in maniera normale, ma una o due volte ho preferito fermarmi, perché anche se stavo facendo potenziamento muscolare, dopo pochi esercizi avevo di nuovo il fiatone e sentivo le gambe tremare. Oggi sono andata in palestra dopo pranzo, premetto che prima di iniziare, mentre ero a casa, avevo un pó di tachicardia e mi sentivo molto affaticata, anche salire le scale per cambiarmi è stato complicato e mi sono dovuta allungare. Ho deciso comunque di andare in palestra, tempo di fare 3 ripetizioni e mi sono sentita male, di nuovo nausea e malessere. L'istruttore mi ha preso i battiti ed erano a 105, non giustificati vista l'intensità e la durata dello sforzo. Sono tornata a casa perché continuare mi era impossibile e non avevo alcuna intenzione di stare di nuovo male. Premetto che soffro di crisi vagali e ho problemi di gastrite. La tachicardia infatti spesso insorgevdopo i pasti. Un anno fa ho fatto un ecg e il medico ha detto che il cuore era sano. Ci sono dei giorni in cui non ho alcun sintomo e posso allenarmi in maniera intensa. Vorrei sapere se devo sospettare qualche problema cardiaco o se questi malesseri possono essere giustificati in altro modo. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
per una valutazione concreta dei suoi disturbi bisognerebbe che la visitassi, via web non è possibile.

Programmi, se il suo Curante è d'accordo, una visita Cardiologica che comprenda anche un ecocolordoppler cardiaco e una prova da sforzo.

Utile anche, magari in secondo tempo, lo studio della funzionalità surrenalica, midollare e corticale.

Le ricordo che l'attività fisica fa bene, ma il potenziamento muscolare e le attività anaerobiche intense sono inutili e non giovano neppure ai cuori più sani.
Saluti.

[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
L'ecocolordoppler è consigliabile anche se ho solo 22 anni?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sicuramente!
Cordialità