Utente 384XXX
Salve, la mia odissea è iniziata nel giugno 2013 quando ho scoperto di avere una fistola sacro coccigea perché avevo 11 buchini, allora mi sono rivolta a un chirurgo dell'Ospedale di avola e abbiamo prenotato l'intervento. L'intervento sembrava riuscire bene avevo circa 7 punti, facevo le medicazioni all'ospedale ogni due giorni e i punti sembravano asciutti quando poi mi hanno detto di non andare per una settimana a seguito di una medicazione, il pus ha fatto strappare i punti e la ferita si è aperta, sono rimasta in quella situazione per 5 giorni e dopo aver fissato la data per il secondo intervento ed essermi presentata lì, la sala operatoria non era più disponibile e hanno deciso di eseguire l'intervento in una sala medicazioni senza l'uso del l'anestesia quindi hanno tolto i punti pieni di pus e hanno lasciato la ferita a cielo aperto. Dopo circa due mesi si è chiusa e per un anno e mezzo non ho avuto problemi. Arrivando ad oggi ho un dolore sottocutaneo alla ferita che mi impedisce di stare seduta o caricata supina. Potrebbe ritrattarsi di un rigetto? O può essere dovuto al cambio di stagione? Lei cosa mi consiglia? Mi conviene rifare l'operazione? Ho già seguito una terapia a base di claulin e dicloreum senza risultato. Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Farei prima una visita chirurgica per definire il problema.Prego.
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille dottore. La cura come le sembra?
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Inefficace,direi.
[#4] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Allora provvederò a fare una visita chirurgica al più presto.