Utente 362XXX
Caro Dottore ho 45 anni e soffro di ipertensione arteriosa con la seguente cura Lopresor 100 mg., 1/4 la mattina e 1/4 la sera e 1 compressa Bivis 40+10 al mattino. Ho eseguito ultimamente un Ecodoppler TSA con la seguente diagnosi: Assi carotidei comuni bilateralmente regolari per calibro e decorso. Ispessimento miointimale di grado mediosevero diffuso. CC, CI e CE bilateralmente pervie, lievemente ateromasiche, senza restringimenti, endoluminali significativi, con conservate curve di flusso in CI prossimale e distale. Vertebrali: bilateralmente pervie con flussi normodiretti. Qualche giorno fa mentre ero seduto al tavolo mi si è addormentato il braccio, con sudorazione e una specie di collasso con pressione bassissima, sono stato al Pronto Soccorso e dopo misurazione pressione e ossigenazione, elettrocardiogramma, glicemia e prove neurologiche, il medico mi ha prescritto 1 compressa al giorno di Cardioaspirina, con gastroprotettore poichè in precedenza ho avuto gastrite e ulcera da H.B., poichè secondo lui è stato un fattore circolatorio (possibile TIA), visto anche l'Ecodopplere TSA, e di eseguire una prova da sforzo. Ora il mio problema che da quando assumo la Cardioaspirina ho dolori allo stomaco e nausea, e pertanto mi dicevano di prendere eventualmente la cardioaspirina a giorni alterni. Cosa mi consiglia in generale? Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
che a 45 anni lei abbia un ispessimento medio - intimale severo degli assi carotidei deve essere certamente oggetto di valutazione cardiologica assai approfondita.
Mi riferisco all'assetto lipidico, e alla valutazione di tutti i fattori di rischio per danno vascolare.

25 mg di metoprololo mattina e sera sono un dosaggio pediatrico.
In quanto al Bivis 40/10 è importante verificare che funzioni e cioè che contolli la sua P.A. che non deve superare 130/70 mmhg.
Pertanto le consiglio caldamente un Holter Pressorio (ABPM)/24h

In quanto all'episodio riferito, spero che al P.S. abbiano valutato la possibilità di un problema cardiaco con il dosaggio degli enzimi di citonecrosi.

Un TIA nella sua situazione è possibile, e per questo è bene che esegua uno studio in angio TC dei tronchi sopraortici e del circolo intracranico e una RM dell'Encefalo, per evedinziare se sono già presenti microinfarti lacunari vecchi o recenti.

La prova da sforzo va preceduta da un ecocadiografia color doppler ben eseguita e ben interpretata: le consiglio anche un Holter ECG/24h.

In quanto alla Cardioaspirin, vi sono soggetti che non tollerano neanche 100 mg di ASA nonostante l'associazione con un IPP: vi sono altri anti aggreganti che possono essere usati e che sono dotati di minore gastrolesività.

La Cardioaspirin a giorni alterni non ha senso.
Non prenda alla leggera la sua situazione perchè non è proprio il caso e ovviamente se fuma smetta immediatamente.

Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
posso solo dirle che la "medicina del secondo me" è morta diversi anni fà...Intendo dire che senza una diagnosi dimostrata non è corretto fare alcuna terapia. Nel suo caso i sintomi che riporta possono dipendere da una semplice ipotensione (tralaltro possibile con le temperature climatiche estive, visto l'energica terapia che assume), mentre il TIA non è dimostrato e tralaltro la cardioaspirina potrebbe non prevenirlo se la causa sospettata è una fibrillazione atriale. Infine non condivido la terapia con lopresor la sera poichè di notte prevale il sistema vagale e non il simpatico e quindi potrebbe avere effetti non voluti e pericolosi sulle frequenze cardiache notturne che potrebbero diventare eccessivamente basse.
Cordialmente