Utente 380XXX
Gentile Dottore, le avevo già scritto per la presenza di Petecchie piane sparse per il corpo, poco evidenti per numero e che tendono a riassorbirsi in un paio di giorni. Dopo aver fatto gli esami della coagulazione ed emocromo nella norma, il reumatologo mi ha fatto eseguire: ves, pcr, Ana (prima risultato 1:80 punteggiato poi negativo in altro laboratorio ), ena, anca, c3, c4 (basso 0,17 ma nel limite 0,16), fattore reumatoide, elettroforesi, tipizzazione linfocitaria, tutto nella norma e ha concluso che le petecchie non hanno origine autoimmune. Il dermatologo dice che data la rapidità di assorbimento una biopsia non serve. L ematologo che in assenza di porpora evidente di stare tranquillo. Io temo una vasculite! Lei crede che io debba dimenticarmene? Se nel suo ambulatorio capitassi da lei, mi farebbe fare altro ?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
non ha una vasculite ma una banale fragilità microvascolare.
Perciò dimentichi le sue petecchie, non le conti più e viva serena.
Se capitasse a studio.....le farei pagare l'onorario!! :-))

Buona estate!
[#2] dopo  
380237

dal 2015
Sono ragazzo! Ho sbagliato a impostare il sesso! La diagnosi è valida lo stesso? mi da la sua parola che non ho una vasculite? :) gentilissimo comunque dottore!
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Non ha la vasculite, caro ragazzo!
Viva sereno!!
Cari saluti.
[#4] dopo  
380237

dal 2015
Dottore le chiedo l ultimo sforzo informatico, gliene sarei grato . Me ne è comparsa una più grande del solito
: http://s17.postimg.org/a5bqdz8en/20150709_210713.jpg

Potrebbe essere l esito di una puntura di zanzara? Conferma la diagnosi precedente? Grazie mille.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere qualunque cosa ma non la vasculite che lei non ha!!
Lei è affetto da un disturbo ossessivo - compulsivo che deve curare con farmaci adatti prescritti da uno specialista.
Diversamente continuerà a contarsi le petecchie e ad annotarne il numero quotidianamente. Con scadimento della qualità di vita.
Poi passerà la fissazione petecchie e passerà a qualche altro organo.
Scusi la schiettezza ma è necessaria.

Peraltro la vita è sua e se vuol viverla male è libero di farlo.

In ogni caso la sua diagnosi di vasculite non ha fondamento alcuno.

Saluti.
[#6] dopo  
380237

dal 2015
Dottore è vero che sono un tipo ansioso, e che sto li a contare le petecchie, però il fatto che a volte ne trovi anche 4-5 raggruppate mi fa preoccupare. Ma se lei mi dice che è solo una fragilità, io mi fido e la ringrazio
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
io non le rispondo più.
Non perchè non voglia ma perchè lei deve andare da uno psichiatra a curare FARMACOLOGICAMENTE la sua grave sindrome ossessivo - compulsiva.
Quello di contare le petecchie è ormai un rituale.
Non servirebbe a nulla una mia ennesima conferma, nè quella dell'ottima Collega Provvidenza Fodale a cui pure ha chiesto un consulto sullo stesso quesito.
Abbiamo ampiamente chiarito di cosa si tratta. Ma lei ritualmente continua a fare la medesima domanda assicurando che sarà per l'ultima volta.
Lei è degno di essere curato come tutti i Pazienti, ma non è l'internista il suo referente.

Vada dallo psichiatra, stia a sentire!

Buona giornata!