Utente 535XXX
Gentili dottori vorrei chiedere un parere su uno spermiogramma eseguito pochi giorni fa. Sono un ragazzo di 17 anni e premetto che mi hanno diagnosticato un varicocele sx di IV grado da alcuni mesi. Il primo spermiogramma eseguito a Giugno era sufficientemente positivo a detta del mio urologo considerando il varicocele (presentava 15.000.000 di spermatozoi e rari leucociti . Da cosa può dipendere la diminuzione degli spermatozoi? L'intervento potrebbe migliorare sensibilmente la situazione? Vi ringrazio anticipatamente.

liquefazione entro 30 minuti completa
agglutinati assenti
viscosità normale
volume 3 ml
ph 7,6
leucociti numerosi
cellule immature alcune

numero spermatozoi 5.500.000

motilità tempo 0 a 180 minuti
immobili 2.000.000 3.000.000
motilità in loco 0 0
lentamente progressivi 2.000.000 3.000.000
rapidamente progressivi 1.500.000 500.000

morfologia normale 26
morfologia anormale 74

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro giovane lettore,
ne parli con i suoi genitori e ne riparli con il suo urologo ma, alla sua età in presenza di un varicocele clinico importante e con un quadro seminale non normale, generalmente ci si orienta verso una correzione chirurgica del problema clinico emerso. La diminuzione del numero degli spermatozoi può essere collegato al varicocele e la sua correzione, soprattutto alla sua età, può migliorare la sua dispermia.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org

[#2] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto per la tempestiva risposta, ma sono molto preoccupato, soprattutto per la presenza dei numerosi leucociti, anche se sono un profano ho letto che ciò è un probabile sintomo di infezioni o patologie della prostata. Sono anche preoccupato per la media così bassa di spermatozoi per, ml appena 5.000.000 A suo avviso sono da ritenere sterile? L'intervento per il quale anche il mio urologo si è risolto potrà contribuire sensibilmente ad innalzare il numero di spermatzoi? secondo lei come è possibile che la media in appena 3 mesi sia precipitata da 15.000.000 a 5.500.000?
Mi accorgo di essere pedante con le domande, ma sono nel panico.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
inizio dall'ultima domanda da lei posta dicendole che le variabili che modificano il numero degli spermatozoi sono veramente numerose e non facilmente analizzabili attraverso una semplice e-mail. Fino a che ci sono spermatozoi nel liquido seminale poi non si parla mai di sterilità ma solo di possibile infertilità , cioè difficoltà non impossibilità ad avere un figlio. Prima dell'intervento dovrà comunque con il suo chirurgo discutere sia del problema "leucociti" (tra l'altro nel primo esame erano rari) sia delle reali possibilità di un miglioramento del suo liquido seminale che, come le ho già scritto, soprattutto se la correzione viene fatta alla sua età, è un dato che spesso si verifica.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org
[#4] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto per la solerte risposta. Domani premoterò una visita dal mio urologo. Come è possibile però che il numero di spermatozoi totale sia crollato in poco più di tre mesi da 30.000.000 a 16.000.000?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
a questo punto chiarisca in diretta con il suo andrologo questa repentina variazione del numero. Solo così, analizzando per bene tutta la sua situazione clinica, sarà forse possibile capirne l'eventuale causa.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org